direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione di Francesca La Marca (Pd, ripartizione America settentrionale e centrale) e Angela Schirò (Pd, ripartizione Europa) sulla chiusura di numerosi uffici di consolati onorari

CAMERA DEI DEPUTATI

ROMA – Le deputate del Pd Francesca La Marca, eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale, e Angela Schirò, ripartizione Europa, segnalano di aver presentato un’interrogazione al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio sulla chiusura di numerose sedi di uffici di consolati onorari decisa dall’amministrazione del Maeci.

Nella nota diffusa in proposito, La Marca e Schirò segnalano infatti come “l’amministrazione del Ministero degli esteri ha deciso di chiudere ventisette sedi di uffici di consolati onorari, ubicati in molti paesi e aree del mondo, anche dove la consistente presenza di connazionali o gli interessi strategici del Paese consiglierebbero il contrario”.

“Nel decreto di soppressione non compaiono le obiettive motivazioni che hanno portato a questa decisione, che ci auguriamo non siano riconducibili solo a una generica esigenza di contenimento della spesa. Sinceramente – scrivono La Marca e Schirò, – pensavamo che la fase della soppressione delle strutture fosse finita e si fosse aperta quella della reintegrazione dell’organico del personale, avviata dal Governo Gentiloni e proseguita dal successivo governo. In più, non ci ha rallegrato la mancanza di qualsiasi consultazione degli eletti all’estero e del Cgie, che pure per legge è tenuto ad esprimere parere obbligatorio”.

La due esponenti del Pd interrogano dunque il governo “per fare chiarezza”, “conoscere le specifiche motivazioni del provvedimento e per sapere se, oltre alle chiusure, si prevedono nuove aperture dove la consistente presenza di connazionali, l’arrivo di nuovi emigrati o la congestione degli uffici consolari esistenti lo richiedano”. (Inform)ù

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform