direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione di Angela Schirò (Pd, ripartizione Europa) sull’assegnazione del personale scolastico all’estero

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Schirò richiama la necessità di svolgere al più presto i concorsi necessari alla formazione delle nuove graduatorie per le diverse classi di insegnamento, così da procedere con le nomine in tempo utile e compatibile con l’avvio dell’anno scolastico

 

ROMA – La deputata eletta nella ripartizione Europa Angela Schirò (Pd) ha presentato in Commissione Esteri un’interrogazione al Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, e a quello dell’Istruzione, Patrizio Bianchi sull’assegnazione del personale scolastico all’estero. Schirò richiama in particolare la necessità di “svolgere al più presto i concorsi necessari alla formazione delle nuove graduatorie” per le diverse classi di insegnamento all’estero, così da procedere con le nomine in tempo utile e compatibile con l’avvio dell’anno scolastico.  “A quattro mesi di distanza dall’apertura dell’anno scolastico 2020-2021, si sta ancora procedendo alle nomine per assegnazioni temporanee finalizzate alla conclusione del corrente anno scolastico – rileva l’esponente democratica”. In proposito la Schirò ricorda la situazione di difficoltà “derivante dal mancato, benché prescritto, aggiornamento delle graduatorie di concorso per le diverse classi di insegnamento all’estero, e dalla conseguente necessità di ricorrere, per quanto possibile, alle vecchie graduatorie, risalenti addirittura al 2013 – segnala Schirò, ricordando che, così come nello scorso anno scolastico, si è arrivati “alla metà di quello corrente senza la copertura di un cospicuo numero di sedi vacanti”. Tale ritardo – sottolinea la deputata – “oltre a rappresentare una seria limitazione dell’offerta formativa ai discenti e alle loro famiglie, costituisce in prospettiva un obiettivo disincentivo per la scelta della formazione in italiano e per la frequenza degli istituti interessati, nonché un elemento critico nei rapporti con le autorità scolastiche, soprattutto per quanto attiene ai corsi integrati nei sistemi formativi locali”.

Per far fronte a tale situazione, Schirò ricorda anche che il Parlamento ha ora corretto la precedente suddivisione del contingente deputato alle assegnazioni tra i due Ministeri destinatari dell’interrogazione, “riportando organicamente le competenze in sede di Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale”.

Ai due Ministri si chiede pertanto “quali siano le dimensioni reali e complessive del ritardo nell’assegnazione ordinaria del personale sui posti vacanti all’estero e in quanti casi e con quali risultati si sia dovuto ricorrere ad assegnazioni temporanee attingendo a graduatorie vecchie di sette anni”; “quali iniziative si stiano adottando per svolgere al più presto i concorsi necessari alla formazione delle nuove graduatorie e quali assicurazioni si intendano dare agli enti di formazione, alle famiglie e ai discenti in ordine al fatto che l’inizio dell’anno scolastico 2021-2022 avvenga in condizioni normali e nel rispetto delle legittime attese degli operatori e dei destinatari dell’attività formativa”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform