direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Incontro in videoconferenza fra i deputati di Italia Viva Massimo Ungaro e Marco Di Maio e il vicepresidente del Comites di San Marino Alessandro Amadei

COMITES

 

 

ROMA  Il Governo italiano si accinge a sottoporre al Parlamento un decreto contenente ulteriori misure di sostegno a lavoratori e imprese per aumentare la loro resilienza e preparare al meglio la fase di ripresa e che dovrebbe stanziare 55 miliardi di Euro per aiutare il Paese a ripartire. “Un intervento poderoso, senza precedenti e necessario per sostenere l’economia italiana” – hanno dichiarato i parlamentari di Italia Viva Massimo Ungaro e Marco Di Maio eletti alla Camera dei Deputati rispettivamente nella Circoscrizione Estero-Europa e nel collegio uninominale di Forlì-Faenza, durante l’incontro avvenuto ieri con Alessandro Amadei, vicepresidente del Comites San Marino in videoconferenza direttamente da Palazzo Montecitorio. Informa in una nota il Comites di San Marino. “È evidente – hanno proseguito i due parlamentari-  che dopo uno shock come quello subìto negli ultimi mesi e che ci si augura non si protragga anche nel 2021 le famiglie avranno bisogno di aiuti straordinari e l’economia necessiterà di un congruo periodo di rilancio durante il quale misure restrittive di politica fiscale sarebbero controproducenti”.

A tal proposito Massimo Ungaro ha ricordato ad Alessandro Amadei di avere  presentato un ordine del giorno al Governo italiano per  estendere  il reddito di emergenza anche ai cittadini italiani iscritti all’Aire che sono disoccupati e che non hanno tutele all’estero.  Tale provvedimento si andrebbe ad aggiungere al Decreto Cura Italia con il quale  era già stato previsto un potenziamento dell’assistenza ai cittadini italiani all’estero in situazione di difficoltà finanziaria.

Durante la videoconferenza i due parlamentari hanno anche rivolto un appello al Governo Italiano, affinché  non si dimentichi di San Marino e della comunità italiana residente, considerata l’amicizia e la fratellanza che contraddistingue da anni i rapporti tra i due Stati e considerato che il 33% dell’intera forza lavoro di San Marino è costituito da lavoratori frontalieri italiani. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform