direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Inaugurata a Pechino, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, “Raffaello Opera Omnia”

MOSTRE

L’allestimento fino al 21 febbraio 2021 sarà visitabile presso China Millennium Monument di Pechino

PECHINO – Si è aperta sabato 12 dicembre, presso il China Millennium Monument di Pechino, la mostra “Raffaello Opera Omnia”, ideata e prodotta da Rai Com e organizzata a Pechino dall’Ambasciata d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura e dal China World Art Museum, con il supporto accademico del Cafa Museum. La mostra, che rientra nell’articolato palinsesto di eventi dedicati alla celebrazione del 50mo anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Cina, è stata inaugurata a margine del “China-Italy Business Dialogue” organizzato da Ambasciata, Agenzia Ice e Camera di Commercio Italiana in Cina.

Alla cerimonia di apertura sono intervenuti l’ambasciatore d’Italia nella Repubblica Popolare Cinese, Luca Ferrari, il direttore del China World Art Museum, Ji Pengcheng, la vice direttrice del Cafa Museum, Gao Gao, e il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Franco Amadei. Presenti anche i Consoli generali italiani in Cina, una nutrita rappresentanza della comunità imprenditoriale italiana, molti ambasciatori stranieri, nonché rappresentanti del Ministero della Cultura cinese e i tanti amici dell’arte e della cultura italiane.

La mostra, curata dallo storico dell’arte italiano Prof. Antonio Paolucci, presenta al pubblico cinese le riproduzioni in alta definizione e dimensioni reali di 36 opere del grande maestro rinascimentale di cui si celebra quest’anno il 500mo anniversario dalla morte. Le opere selezionate per la mostra consentono di seguire il percorso artistico del maestro nelle diverse fasi della sua evoluzione, dai primissimi dipinti di un Raffaello non ancora ventenne, fino al suo ultimo capolavoro, La Trasfigurazione, al cui completamento finale stava lavorando proprio nei suoi ultimi giorni di vita.

“In un anno profondamente segnato dalla pandemia, siamo riusciti ad allestire mostre in tutta la Cina – ha affermato l’ambasciatore Ferrari, rilevando come questo sia “un segnale che dimostra la grande attenzione delle Istituzioni per il settore culturale, pilastro essenziale del soft power italiano nel mondo”.

La mostra “Raffaello Opera Omnia”, che rimarrà aperta al pubblico fino al 21 febbraio 2021, giunge a Pechino dopo aver effettuato un tour a Kunming, Chengdu e Chongqing. Dopo Pechino la mostra si sposterà a Canton nella prossima primavera, prima di concludere il suo tour asiatico a Seoul nell’estate 2021. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform