direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Inas Cisl Australia compie 50 anni: a Melbourne l’evento con il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra e il presidente Inas Cisl Gigi Petteni

SINDACATI E PATRONATI

 

MELBOURNE – “Grazie a tutta l’Inas Cisl: il vostro lavoro, il vostro impegno e la vostra passione hanno reso l’Inas Australia un punto di riferimento essenziale per tutta la comunità italo-australiana nel suo percorso di integrazione in questo grande e bellissimo Paese”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra, intervenendo a Melbourne all’ iniziativa sui 50 anni dell’Inas Australia.

“Quella di oggi è un’occasione importante per riconoscere lo straordinario servizio fatto dall’Inas Cisl, in questi 50 anni al servizio delle donne e degli uomini italiani che hanno emigrato. Il ringraziamento va alle persone che vi si sono dedicate con passione e competenza. Questo è anche il momento giusto per rilanciare la nostra azione di prossimità rispetto alle nuove sfide che il fenomeno della mobilità ci pone: c’è ancora tanto bisogno di reti sociali e di sussidiarietà e noi siamo qui per leggere e interpretare i nuovi bisogni, per continuare a mettere le persone al centro della nostra azione”, ha dichiarato il presidente dell’Inas Gigi Petteni, commentando l’evento moderato da Vince Volpe, membro del cda Inas e vicepresidente del Coasit.

Hanna Pappalardo, console generale di Melbourne, ha riconosciuto il grande lavoro svolto dai patronati sul territorio, ricordando l’importanza della sinergia positiva tra tutte le realtà presenti in loco, in favore degli italiani.

Di questa rete fa parte il Coasit (Comitato assistenza italiani), il cui direttore  Marco Fedi ha ricordato che i patronati rappresentano dei partner naturali con cui portare avanti l’impegno, in particolare, su anziani e nuove mobilità. Proprio su questi temi, in occasione dell’evento, è stato firmato un accordo tra l’ente e l’Inas, per rinnovare la collaborazione tra i due soggetti ampliandola a nuovi target, come le generazioni più giovani, con l’obiettivo di migliorare sempre più la sinergia al servizio della comunità.

Questi ambiti stanno a cuore anche al Comites, come ha sottolineato il presidente Ubaldo Aglianò, che ha confermato l’impegno del comitato a portare avanti un lavoro comune.

“Per questi risultati, da 50 anni, dobbiamo ringraziare i nostri operatori, che continuano a mettersi al servizio per un patronato che deve essere vicino alle persone e in continuo ascolto”, ha detto Ciro Fiorini, coordinatore Inas Cisl Australia.

Grande apprezzamento per il lavoro del patronato della Cisl è stato espresso dal senatore Francesco Giacobbe che, in un messaggio ai partecipanti, ha messo in evidenza come “lo sforzo che in mezzo secolo è stato profuso dalle donne e dagli uomini che si sono alternati negli uffici, agli sportelli, o alla guida del patronato, ha accompagnato il processo di integrazione della nostra comunità nel Nuovo Mondo”. “È mezzo secolo di storia al servizio dei cittadini, con i piedi nel Novecento, alle scartoffie, ai faldoni e la testa alle pratiche on line, i siti web, la digitalizzazione del Paese. Con la pandemia poi siete diventati strumenti formidabili di coesione sociale, grazie per il servizio egregio che svolgete per il Paese”, ha scritto in una lettera l’onorevole Nicola Carè.

“Nonostante gli ultimi anni difficili, passati ad affrontare i tagli ai finanziamenti, le trasformazioni dell’emigrazione e molto altro, l’Inas ha sempre dimostrato di esserci, per continuare il percorso, condividendo con istituzioni e realtà locali la volontà di risolvere i tanti problemi delle comunità e degli italiani all’estero. La presenza del presidente Petteni e del segretario generale Sbarra confermano questa volontà per il futuro”, ha sottolineato Gianluca Lodetti, responsabile estero dell’Inas. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform