direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Regione le scuole toscane che hanno lavorato sui temi dell’Expo

TOSCANA

 

FIRENZE – “Esperienze e racconti – le Scuole Toscane verso Expo 2015”: E’ il titolo dell’evento svoltosi ieri pomeriggio a Firenze,nella sala Pegaso di palazzo Strozzi Sacrati,  che ha visto protagonisti gli allievi e gli insegnanti di 33 scuole , di vario ordine e grado. Di tutta la Toscana. un’occasione per rivedere insieme agli studenti e agli insegnanti il percorso che la Regione ha attivato con le scuole impegnate nella realizzazione di percorsi di ricerca e approfondimento sui contenuti che Expo Milano 2015 ha promosso. Un progetto condiviso tra Regione e Ufficio Scolastico Regionale, al quale  hanno partecipato 33 istituti scolastici , divenuti altrettanti centri di approfondimento e di diffusione, su ciascun territorio provinciale, dei temi legati al “buon vivere in Toscana”..Del progetto ha fatto parte anche una partnership delle scuole toscane con decine di altre scolaresche situate in tutti i continenti che sono state individuate in collaborazione con il settore “Toscani nel mondo” della Regione .

Le scuole hanno elaborato e approfondito i temi legati al “buon vivere in Toscana” articolati in percorsi didattici su tre aree distinte ma complementari: cittadinanza, letteratura arte musica e cibo, la filiera corta, gli orti, un kit di valori per il mondo.

All’evento ha portato il saluto l’assessore all’agricoltura della Regione, con delega ad Expo, Marco Remaschi. E’ importante – ha detto l’assessore – che i giovani e il mondo della scuola abbiano consapevolezza della qualità del cibo e del legame con il territorio, specialmente oggi che siamo di fronte ad una invasione di alimenti che non danno garanzie di sicurezza alimentare. E’ importante che i ragazzi conoscano il concetto della tracciabilità degli alimenti, sappiano cosa andiamo a comprare e come ci alimentiamo. Non sono concetti banali, perché da queste cose dipende lo sviluppo di ognuno di noi e la nostra salute e la Toscana può vantare, rispetto ad altri, un più corretto stile di vita. Grazie a questa esperienza – ha concluso Remaschi rivolto ai giovani – avete acquisito alcune consapevolezze e questo è molto importante per le scelte che ognuno di voi farà nella vita”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform