direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In mostra a Belgrado due capolavori di Tiepolo

PRESIDENZA ITALIANA UE

Evento organizzato in chiusura del semestre da Ambasciata d’Italia in Serbia, Istituto Italiano di Cultura, Regione Friuli Venezia Giulia, Civici Musei di Udine

Dal 12 dicembre al 18 gennaio presso il Museo Nazionale

 

BELGRADO – Da domani 12 dicembre e fino al prossimo 18 gennaio il Museo Nazionale di Belgrado ospiterà una  mostra di straordinario livello artistico: saranno, infatti, esposti due capolavori di Giambattista Tiepolo, che risalgono agli anni della maturità artistica del grande maestro veneziano.

Si tratta de  “L’educazione della Vergine” (1720-1730), donato nel 1891 dallo scultore slovacco Bertold Lipaj al Museo Nazionale di Belgrado, e della pala d’altare “L’Angelo custode”, realizzata dal  Tiepolo nel 1737 per l’altare dell’Angelo Custode nella  Chiesa di Santa Maria Maddalena a Udine.

L’angelo, che con movenze leggiadre veglia sul sonno di un bimbo, occupa quasi interamente lo spazio della pala. L’inserto paesaggistico che fa da sfondo riproduce, secondo vari critici,vedute delle montagne friulane.

La pala fa parte della collezione dei Civici Musei di Udine, da sempre disponibili, attraverso il prestito di dipinti e di altre opere in loro possesso, a realizzare mostre temporanee  in Italia e in altri Paesi, allo scopo di contribuire alla promozione e alla  valorizzazione del patrimonio artistico conservato nel capoluogo friulano.

In questo spirito di collaborazione transnazionale, i Civici Musei di Udine hanno acconsentito all’esposizione dell’ “Angelo Custode” al Museo Nazionale di Belgrado.

La mostra è organizzata in occasione della chiusura del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, per iniziativa dell’Ambasciata d’Italia a Belgrado e del Museo Nazionale di Belgrado, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, i Civici Musei di Udine e con il patrocinio del Ministero della Cultura e dell’Informazione della Repubblica di Serbia.

L’Istituto Italiano di Cultura partecipa all’evento “promuovendo e  sostenendo  questa manifestazione che si svolge nel segno della cooperazione e dello scambio interculturale fra l’Italia  e la  Serbia, nello spirito della nuova strategia per la costituzione della Macroregione Adriatico-Ionica. E questo nella convinzione condivisa che sia importante promuovere e valorizzare  il rispettivo  patrimonio artistico e culturale  in quanto parte integrante di un più  ricco patrimonio comune”.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform