direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Commissione Esteri l’esame di due risoluzioni sul rinnovo dei Comites visto il perdurare della pandemia di Covid-19

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Il presidente Piero Fassino propone di giungere ad un testo unificato, “circoscritto sui soli aspetti tecnico-organizzativi delle elezioni, accantonando la questione connessa alla data di svolgimento”

 

ROMA – La Commissione Esteri della Camera dei deputati ha esaminato nei giorni scorsi due risoluzioni aventi per oggetto il rinnovo dei Comites, la cui data è fissata il 3 dicembre prossimo, nel perdurare della pandemia di Covid-19.

La risoluzioni sono una a prima firma di Piero Fassino (Pd), presidente della Commissione, e la seconda di Yana Chiara Ehm (M5S).

Illustrando la prima, Fassino spiega che essa nasce da sollecitazioni pervenute dal Comites e dal Cgie, volte a valutare l’opportunità di un rinvio del voto, alla luce dell’evoluzione della pandemia e della persistenza di talune restrizioni in diversi Paesi. “Sulla base di questi presupposti, si impegna il Governo a verificare se sussistano le condizioni per svolgere le elezioni nella data fissata e, nel caso si ritenga di confermarla, di adottare in ogni caso procedure semplificate atte a garantire la più ampia partecipazione in sicurezza – spiega Fassino.

Elisa Siragusa (Misto, ripartizione Europa) interviene di seguito per illustrare la seconda risoluzione, di cui è co-firmataria, e spiega come la sua finalità sia quella di non rinviare il rinnovo, tenuto conto anche del fatto che il mandato degli attuali Comites risulta già essere stato prolungato dai 5 ai 7 anni. Siragusa inoltre ritiene “superfluo chiedere al Governo una nuova valutazione della situazione”. Per quanto sia impossibile prevedere l’effettiva evoluzione della pandemia nei prossimi mesi, infatti, per la deputata occorre tener presente che “il voto viene espresso per posta, limitando al minimo i rischi di contagio”. A suo avviso, inoltre, le sollecitazioni ad un rinvio pervenute dal Cgie potrebbero ricondursi ad un conflitto di interessi, visto che in tal modo verrebbe prorogato il mandato di quest’ultimo. Segnala infine elementi condivisi tra le risoluzioni, “sul tema della sperimentazione del voto elettronico, da limitare a qualche sede, e sull’esigenza di una campagna informativa che rilanci il ruolo degli organi di rappresentanza degli italiani all’estero, oggi poco conosciuti dai nostri connazionali”.

Di seguito interviene Paolo Formentini (Lega) che ritiene necessario un ulteriore approfondimento sul tema, mentre il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano ritorna sugli elementi di condivisione accennati, ritenendo vi siano i presupposti per giungere ad un testo condiviso.

Lia Quartapelle Procopio (Pd) condivide la risoluzione di Fassino ed evidenzia la necessità di garantire l’introduzione di procedure semplificate, in particolare con riferimento alla presentazione delle candidature e alla raccolta delle firme, dato che al momento è necessario recarsi personalmente nelle sedi consolari con evidenti problemi legati alle misure di prevenzione del contagio.

Erasmo Palazzotto (Leu) sottolinea l’inopportunità di non procedere con l’esame delle risoluzioni in quanto la data delle elezioni viene decisa dal Ministero, mentre Andrea Del Mastro Delle Vedove (Fdi) concorda con l’auspicio che si possa convergere su un testo unitario, in analogia con gli atti di indirizzo precedentemente discussi.

Siragusa aggiunge che le modalità per la raccolta firme possono essere modificate semplificando il sistema ed utilizzando strumenti informatici, senza con ciò arrivare “alla misura estrema del rinvio delle elezioni”.

Il presidente della Commissione, preso atto dell’assenza di un largo consenso su nessuna delle due risoluzioni in esame, propone di lavorare ad “un testo unificato circoscritto sui soli aspetti tecnico-organizzativi delle elezioni, accantonando la questione connessa alla data di svolgimento”.

In assenza di altri interventi, il seguito della discussione è rinviato ad altra seduta. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform