direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Commissione Esteri l’esame del provvedimento per l’istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus

CAMERA DEI DEPUTATI

 

La Giornata, proposta per il 18 marzo, è volta a ricordare anche l’impegno del corpo diplomatico e di tutta le rete italiana all’estero nel sostegno ai connazionali all’estero che si sono trovati in difficoltà

 

ROMA – La Commissione Esteri della Camera dei deputati ha cominciato l’esame del provvedimento per l’istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus, proposta per il 18 marzo e volta a celebrare anche l’impegno del corpo diplomatico e di tutta le rete italiana all’estero nel sostegno ai connazionali all’estero che si sono trovati in difficoltà.

Ad illustrare il testo – che raccoglie più proposte di legge con lo stesso intento – è stato il relatore Cristian Romaniello (M5S) che ha segnalato come l’iniziativa sia volta a “conservare e rinnovare la memoria di tutte le persone decedute” in una data che “può essere considerata per il nostro Paese il momento più drammatico dell’epidemia, in cui si è avuto il pieno riconoscimento da parte dell’opinione pubblica della reale portata dei drammatici eventi in atto e dell’impatto dell’emergenza sanitaria”.

In occasione della Giornata in tutti i luoghi pubblici e privati è osservato un minuto di silenzio dedicato alle vittime dell’epidemia ed è previsto che i lavoratori, sia del settore pubblico sia di quello privato, possano delegare il datore di lavoro ad effettuare una trattenuta dell’importo corrispondente alla retribuzione loro spettante per una o più ore di lavoro in favore del Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (First). Lo Stato, le regioni, le province e i comuni possono inoltre promuovere, nell’ambito della loro autonomia e delle rispettive competenze, anche in coordinamento con le associazioni interessate, iniziative specifiche, manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri e momenti comuni di ricordo, favorendo in particolare le attività e le iniziative rivolte alle giovani generazioni.

È previsto anche che le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, nell’ambito della loro autonomia, promuovano iniziative didattiche, percorsi di studio ed eventi dedicati alla comprensione e all’apprendimento dei temi relativi alla diffusione dell’epidemia da Covid-19 e all’impegno nazionale e internazionale profuso per il suo contenimento e per garantire assistenza alle comunità e alle persone colpite. Adeguati spazi e temi dovranno essere assicurati dalla società concessionaria del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale.

Il relatore segnala anche che il testo unificato del provvedimento è stato adottato all’unanimità dalla Commissione Affari sociali, “a conferma della convergenza di tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, sull’opportunità di commemorare le vittime di questa terribile pandemia ma anche di celebrare l’eccezionale impegno profuso dagli operatori sanitari e da tutti coloro che sono stati in prima linea per affrontare l’emergenza: le Forze Armate, le Forze dell’Ordine e anche il Corpo Diplomatico, con tutta la rete italiana all’estero, che ha svolto la propria attività in condizioni drammatiche contribuendo con dedizione e spirito di servizio a dare sostegno alle esigenze della popolazione colpita e dei nostri connazionali che si sono ritrovati all’estero in difficoltà”.

Alle considerazioni del relatore si associa anche il vice ministro agli Esteri Marina Sereni. La Commissione approva dunque la proposta di nulla osta all’ulteriore corso del provvedimento in esame formulata del relatore. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform