direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Commissione Affari Esteri l’esame del decreto Imu

SENATO DELLA REPUBBLICA
In Commissione Affari Esteri l’esame del decreto Imu
Nel parere formulato viene richiamata l’opportunità di equiparare l’abitazione posseduta dai connazionali all’estero a prima casa. Di Biagio (Sc): “Una legittimazione alla nostra battaglia”
ROMA – Dedicati al decreto Imu i lavori di stamani della Commissione Affari Esteri del Senato, chiamata a formulare il proprio parere sul provvedimento. Tra gli argomenti discussi, anche l’applicazione dell’imposta all’abitazione posseduta in Italia dai connazionali residenti all’estero, demandata ai Comuni, cui spetta decidere se considerarla prima o seconda casa.
La Commissione ha previsto a questo proposito di richiamare nel parere espresso “l’opportunità di prevedere, con norma di rango primario, l’equiparazione tra abitazione principale e unità immobiliare posseduta in Italia dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, ai fini dell’applicazione della disciplina in tema di Imu”, come richiesto in questi mesi dai parlamentari eletti nella circoscrizione Estero.
“La Commissione Esteri ed il presidente Casini – afferma Aldo Di Biagio, senatore eletto per Scelta Civica nella ripartizione Europa, – si sono mostrati particolarmente attenti al problema ed hanno condiviso le informazioni formulate in questi mesi di approfondimento parlamentare”. Per Di Biagio “il riconoscimento nell’ambito di un parere della Commissione rappresenta una legittimazione alla nostra battaglia, una presa di coscienza corale e formalmente rafforzata e dunque una premessa importante per il percorso di confronto con il Governo che ci vedrà impegnati nelle prossime ore sia sul versante del provvedimento in materia di Imu che nella sessione di bilancio”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform