direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

In Canada l’ottava edizione dell’Italian Contemporary Film Festival

EVENTI

 

Tra i vincitori della rassegna “Io sono Mia”, biopic sulla vita della cantante Mia Martini, e “Nati 2 volte”, del regista Pierluigi di Lallo. Premiati anche Nick Vallelonga, Nicola Piovani, Virginia Raffaele, Luca Barbareschi ed Ezio Greggio

 

TORONTO – Si è conclusa con un omaggio al premio Oscar Nick Vallelonga, produttore del film “Green Book”, l’ottava edizione dell’Italian Contemporary Film Festival 2019.

Tra i vincitori della rassegna “Io sono Mia”, biopic sulla vita della cantante Mia Martini, e “Nati 2 volte”, del regista Pierluigi di Lallo, che si sono aggiudicati il premio del pubblico. A Luca Barbareschi, produttore e attore ospite della manifestazione, il premio ICFF Best Producer Award 2019; il suo Dolceroma, ha aperto il festival facendo registrare il tutto esaurito in sala.

Vallelonga ha ricevuto l’ICFF Empire Community Award per il film già vincitore di tre premi Oscar 2019, come miglior film, migliore sceneggiatura e attore non protagonista.

Tante le celebrità premiate: Nicola Piovani – che ha ricevuto l’ICFF Lifetime Achievement Award al termine del suo concerto “La musica è pericolosa” al TIFF Bell Lightbox di Toronto, – Virginia Raffaele – ospite a Toronto e a Vaughan per promuovere il “best of” di “Come quando fuori piove”,  film che l’ha vista protagonista in quattro differenti ruoli, premiata con l’ICFF Special Achievement Award come miglior attrice, – Luca Barbareschi, Ezio Greggio – ospite speciale del festival a Toronto, Ottawa e Montreal e premiato con lo Special Achievement Award per il contributo dato alla diffusione della commedia italiana nel mondo – e Piera Detassis, direttrice dei premi David di Donatello e presidente onoraria della giuria ICFF 2019 – premiata per il suo contributo alla promozione del cinema di qualità. “L’amica geniale” si aggiudica il premio per la miglior serie tv, mentre il premio della critica va a “Figlia mia” di Laura Bispuri.

A Marco Giudici, direttore di Rai Italia, è stato attribuito l’ICFF Award of Excellence per il suo lavoro volto a promuovere la diffusione di film e serie televisive nel continuo scambio culturale tra Italia e Canada.

Infine, al compositore e regista, Davide Cavuti è stato assegnato l’ICFF Award of Excellence per il suo film “Lectura Ovidii”, ispirato alla vita ed alle opere del grande poeta latino Ovidio.

L’ICFF, presentato da IC Savings, è affiliato all’iniziativa Fare Cinema, la Settimana del cinema italiano nel mondo e sostenuto dall’Ambasciata d’Italia in Canada e dai Consolati di Toronto, Montreal e Vancouver.

Nell’ambito delle co-produzioni italo canadesi, promosse dalla manifestazione, il film “From the Vine” diretto da Sean Cisterna ha vinto l’IC Savings Award 2019. Il film è tratto dal romanzo “Finding Marco” di Ken Cancellara, produttore esecutivo della pellicola.

A margine si sono svolti anche gli eventi ICFF Musica, ICFF Architettura &Design, ICFF Letteratura ed ICFF Moda.

Soddisfatto il direttore artistico del festival, Cristiano de Florentiis, che ha segnalato gli oltre 40 mila spettatori intervenuti nell’arco di nove giorni di proiezioni.

A Montreal nelle sale della Cinémathèque québécoise, il festival ha inoltre reso omaggio a Bernardo Bertolucci, con la presentazione de “Il Conformista”, introdotto da Jacopo Quadri, uno dei più conosciuti e bravi montatori italiani, collaboratore di Bertolucci per anni. Mentre a Vancouver il focus è stato l’horror made in Italy, con proiezioni di Suspiria, Profondo rosso, Dante inferno con una presentazione speciale di Maurizio Guarini musicista dei Goblins.

Nell’ambito della rassegna si è svolto inoltre l’ICFF Industry Day 2019, evento di networking per filmmaker, attori, e altri professionisti che vogliono condividere le proprie idee e tenersi aggiornati sulle nuove sfide del settore. Nel corso dell’iniziativa, sostenuta dall’Agenzia Ice e Anica, è stato anche consegnato a Marco Spagnoli un premio per il suo film “7 Miracoli”, tutto girato con l’innovativa tecnica cinematografica con le riprese a 360 gradi.

“Il cinema è un grande strumento, un grande media, che riesce a non far dimenticare l’Italia – ha sottolineato l’ambasciatore d’Italia in Canada Claudio Taffuri, segnalando il risultato molto positivo della manifestazione, estesa su tutto il Canada. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform