direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il17 e 18 novembre il poema teatrale “Fedeli d’Amore. Polittico in sette quadri per Dante Alighieri” al teatro de La Abadía di Madrid

CULTURA

Una proposta dell’IIC di Madrid e della Regione Emilia-Romagna nell’anno dantesco per il Festival de Otoño della Comunidad de Madrid

Realizzato da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari il poema scenico ha come fulcro Dante e l’attualità

MADRID – In seguito al suo successo in Italia, il poema teatrale “Fedeli d’Amore. Polittico in sette quadri per Dante Alighieri” realizzato da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari, fondatori della compagnia italiana Teatro delle Albe, domani 17 e giovedì 18 novembre alle ore 19, su iniziativa dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e della Regione Emilia-Romagna nell’anno dantesco, approda al Teatro de La Abadía nell’ambito del Festival de Otoño della Comunidad de Madrid.

Prendendo come fulcro principale Dante e l’attualità, diverse voci si esprimono in ognuna delle sette scene dello spettacolo, unite attraverso l’unica voce della Montanari in scena, i cui eccezionali registri vocali caratterizzano le sue interpretazioni. Accompagnato dal suono di una tromba, Montanari “interpreta” la nebbia di un’alba del 1321, il demone di un pozzo dove viene punito chi commercia in morte, un asino che portò il poeta nel suo ultimo viaggio, il diavolo che incita alle liti per il denaro, l’Italia che scalcia sé stessa, la figlia dell’Alighieri, Antonia. Queste voci ci parlano del poeta che fuggì dalla sua città, che lo condannò al rogo, e che giace sul letto di morte, esiliato a Ravenna. L’Amor è considerato la stella polare dei “Fedeli d’Amore”, la forza che libera l’umanità dalla violenza, che salva “L’aiuola che ci fa tanto feroci”. Le voci di questo polittico sono davvero concentrate nella sola voce di Ermanna Montanari: aria, fuoco, suono e materia. Fedeli d’Amore rappresenta un’altra tappa della straordinaria ricerca drammaturgica vocale, musicale e visiva di Martinelli e Montanari e del Teatro delle Albe.

Parallelamente agli spettacoli di “Fedeli d’Amore”, il Teatro delle Albe realizza il laboratorio “Cantiere Dante” presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid dal 15 al 19 novembre con la partecipazione dell’equipe del Teatro delle Albe. Un laboratorio dantesco in cui i partecipanti, sia attori che semplici appassionati della Divina Commedia, lavoreranno insieme per 5 giorni, offrendo un assaggio del risultato del loro lavoro alla fine del laboratorio, il 19 novembre alle 19.00 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid con ingresso gratuito.

Ermanna Montanari, attrice, autrice e scenografa, e Marco Martinelli, drammaturgo e regista, hanno fondato il Teatro delle Albe nel 1983 e ne condividono la direzione artistica.  Per la sua ricerca vocale, Ermanna Montanari ha ricevuto diversi riconoscimenti come sette Premi Ubu, il Golden Laurel-Mess Festival di Sarajevo, il premio Lo straniero dedicato alla memoria di Carmelo Bene e il Premio Eleonora Duse. Diversi libri sono dedicati a lei, come Fare-disfare-rifare, Ermanna Montanari nel teatro delle Albe, di Laura Mariani. È fondatrice e direttrice di MALAGOLA (Centro Internazionale di Studi sulla Voce), sotto la direzione di Pitozzi, dove lo studio della voce dell’interprete è l’elemento formativo centrale. Da parte sua, Marco Martinelli ha ricevuto diversi premi, tra cui sette premi Ubu, il Golden Laurel-Mess Festival, il premio alla carriera Journées Théâtrales de Carthage, al miglior libro di teatro in Francia nel 2021 per Aristofane dans les banlieues (Actes Sud). I suoi testi sono stati pubblicati e rappresentati in dieci lingue e selezionati da Fabulamundi e dall’Italian and American Playwrights Project. Martinelli ha scritto e diretto diversi film, sceneggiature co-firmate con Montanari: Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi (2017), The sky over Kibera (2019) Er (2020), Ulisse XXVI (2021) – e sta progettando un nuovo film basato su Fedeli d’Amore, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Abu Dhabi. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform