direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Vicesegretario per l’America Latina del Cgie Mariano Gazzola sul nuovo sistema di prenotazione dei servizi consolari Prenot@Mi

CGIE

Fornire alla nostra rete consolare adeguate risorse economiche e di personale

BUENOS AIRES-  In una nota Mariano Gazzola, Vicesegretario per l’America Latina Cgie e Coordintore Maie America Latina, si sofferma sull’avvio da lunedì 14 giugno  del nuovo portale online per la prenotazione degli appuntamenti per i servizi consolare: il Prenot@Mi, che sostituisce l’attuale prenota on line. Dopo aver ricordato i difetti del “prenota on line, Gazzola sottolinea come “pur non conoscendo il funzionamento del Prenot@Mi, confidiamo nelle assicurazioni dell’Amministrazione per quanto riguarda le sue funzionalità innovative,  come l’incremento della sicurezza applicativa e il sistema di autenticazione più robusto al fine di accertare la genuina identità dell’utente, requisito indispensabile per arginare l’eventuale attività di intermediari che vendono turni.  Nelle comunicazioni finora fatte dai Consolati e Ambasciata – continua Gazzola –  risalta la richiesta di email e utenza telefonica cellulare –tutte e due personali- riconducibile esclusivamente al richiedente del servizio. Auspichiamo che questi accorgimenti  però non costituiscano barriere insuperabili per persone che a causa della loro età o per eventuali carenze economiche non abbiano questi istrumenti “personali” e fidiamo nel buon senso dei titolare degli uffici consolari per garantire (anche in collaborazione con gli organismo di rappresentanza) i servizi a queste tipologie di persone”.

Per Gazzola però, anche tenendo in considerazione lo scarso interesse per gli italiani all’estero del Governo Draghi, il nuovo sistema di prenotazione per quanto perfetto non potrà migliorare la tempistica nell’erogazione dei servizi se non verranno fornite alla nostra rete consolare adeguate risorse economiche e di personale

“In questi giorni – prosegue Gazzola – é circolata la notizia, dopo le recenti 248 nuove assunzione, di un nuovo bando interno che apre a 400 nuovi posti di personale all’estero. Due misure necessarie per contenere la riduzione di personale del Ministero, ma che dovrebbero assumere continuità con un programma di nuove assunzioni da inserire nella prossima finanziaria”. Da Gazzola viene infine criticata la mancanza di indicazioni politiche da parte del Governo e del Sottosegretario agli Esteri della Vedova sui criteri di assegnazione del personale all’estero presso le varie sedi consolari. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform