direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il teatro educativo, valore aggiunto nella didattica dell’italiano

SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA NEL MONDO

Il 5 e il 6 novembre seminario all’Università di Tirana della prof.ssa Anna Comodi (Università per Stranieri di Perugia)

TIRANA (Albania) – Nell’ambito della Settimana della lingua italiana nel mondo, quest’anno dedicata a “L’italiano sul palcoscenico”, la professoressa Anna Comodi (Università per Stranieri di Perugia) il 5 e il 6 novembre terrà un seminario presso la Facoltà delle lingue straniere dell’Università di Tirana (Sala Europa) su “Il teatro educativo, un valore aggiunto nella didattica dell’italiano” (ore 10-13) . L’iniziativa, ad ingresso libero, è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con la Facoltà d’Italiano a  Tirana .

Teatro se, teatro perché, teatro con chi, teatro come, quando, quanto, dove …E se è vero che ‘la lingua si impara vivendo’, quale luogo migliore del teatro per diventare attori sociali e vivere la lingua?

Sono molte le domande da porsi prima di impostare un laboratorio teatrale o, ancora meglio, prima di organizzare un corso di lingua italiana LS, costruendo e didattizzando un copione teatrale per chiudere il corso con la rappresentazione dello stesso. Comunque, l’elemento fondamentale da tenere sempre presente è l’importanza dei processi che si attivano durante lo svolgimento di un laboratorio teatrale in ambito di didattica di una LS. L’adozione del copione (che sia già esistente o da adattare o da creare ad hoc), presuppone una attenta e consapevole analisi del testo; lo studio e l’approfondimento degli aspetti grammaticali, sintattici, lessicali, semantici, culturali, permettono di compiere un percorso educativo a tutto tondo; la revisione dei ruoli studente-docente e studente-studente, l’utilizzo informale degli spazi, la relazione faccia a faccia, il ricorso costante ai linguaggi integrati, l’abbondanza dei tratti soprasegmentali, migliorano la competenza socio-pragmatica. È per questo che la glottodidattica ha fatto sua da tempo l’idea che la lingua si impara con tutto il corpo, dall’approccio situazionale, alla strategia della micro drammatizzazione, al metodo suggestopedico, alla TPR. Ma ‘fare teatro’, come dice la Settimana del 2019, ‘sul palcoscenico’, è un valore aggiunto nell’apprendimento di una LS e della civiltà in cui questa lingua si parla.

Il seminario prevede un riferimento necessario all’esperienza nel settore dell’Università per Stranieri di Perugia, la presentazione di un quadro sinottico in cui vengono presentati in dettaglio i ‘valori aggiunti’ di una didattica alternativa realizzata attraverso il teatro e chiude con un modello di didattizzazione del copione teatrale.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform