direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo a colloquio con il suo omologo inglese Jeremy Quin

DIFESA

Siglato un accordo che rafforza la cooperazione dal programma Typhoon a Tempest

ROMA – ​Il sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo ha avuto un colloquio bilaterale con il suo omologo del Regno Unito, Jeremy Quin, sul programma di cooperazione industriale europea Eurofighter Typhoon. In particolare, in un clima di condivisa partecipazione, sono stati sottolineati e ribaditi i punti salienti di collaborazione e la via da seguire per mantenere una comune linea d’indirizzo.

“Il velivolo Eurofighter rappresenta la base di sviluppo di tecnologie e soluzioni di pregio per facilitare la transizione verso la sesta generazione. Nondimeno, il programma rappresenta un importantissimo volano per le principali industrie aerospaziali europee – ha evidenziato Tofalo, sottolineando che “il livello occupazionale da esso derivato è stimato in oltre 100 mila unità”.

“In particolare, ritengo che il coinvolgimento dell’Italia, sia dal punto di vista industriale che governativo nelle attività di sviluppo in ambito Eurofighter possano portare notevoli benefici in campo tecnologico ed operativo per entrambi i nostri Paesi, gettando le basi per una sinergica ed efficace futura collaborazione nell’ambito del Team Tempest – ha detto il Sottosegretario.

Tofalo e Quin – si legge nella nota diffusa dal Ministero della Difesa – hanno poi firmato una lettera di intenti per rafforzare la collaborazione tra i due Paesi nell’ambito del programma dal velivolo Typhoon al Tempest.

Nell’occasione i due Sottosegretari hanno avuto modo di confrontarsi anche sullo scenario internazionale e sull’emergenza legata al Covid-19, ribadendo lo sforzo fatto dalle Forze Armate dei due Paesi in ogni fase.

Il programma Eurofighter Typhoon è frutto della cooperazione tra Italia, Germania, Regno Unito e Spagna, avviata in base al Memorandum of Understanding generale sottoscritto nel 1986. La gestione del programma Eurofighter è affidata a un’Agenzia governativa denominata NETMA (NATO Eurofighter and Tornado Managenent Agency) che rappresenta, per tutti e quattro i Paesi clienti, l’unica interfaccia autorizzata ad evidenziare le loro esigenze ai produttori. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform