direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Sottosegretario agli Esteri Tripodi in visita a CERN di Ginevra: “Diplomazia scientifica strumento essenziale per favorire la cooperazione internazionale”.

ESTERI

Accolta dalla Direttrice Generale Gianotti 

Al Cern lavorano più di 1500 italiani. Il grazie del sottosegretario alla comunità scientifica italiana “che partecipa con passione, intelligenza e impegno all’attività di ricerca”

 

ROMA – Il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Maria Tripodi oggi in missione a Ginevra per una visita al Centro Europeo per la Ricerca Nucleare.

Accolta dalla direttrice generale del CERN Fabiola Gianotti il sottosegretario Tripodi ha visitato la sala di controllo e il sito che ospita l’esperimento ATLAS, uno dei due esperimenti di fisica delle particelle elementari presso l’acceleratore LHC (Large Hadron Collider) che ha portato alla scoperta del Bosone di Higgs.

Tripodi si è poi recata all’ “Idea Square”, lo spazio dell’innovazione al CERN. La struttura ospita progetti di ricerca interdisciplinare e sviluppo di rivelatori di particelle, e facilita i programmi di scambio di studenti di laurea magistrale. “Idea Square” sarà parte integrante delle offerte del campus “Science Gateway CERN”, la cui apertura è prevista per il 2023.

Nel corso del suo colloquio con Gianotti, Tripodi si è congratulata per “lo straordinario lavoro portato avanti dalla direttrice” nel corso del suo mandato, e ha sottolineato “l’importanza della diplomazia scientifica quale strumento essenziale per favorire la cooperazione internazionale”.

Il sottosegretario agli Esteri  ha espresso grande soddisfazione per la forte presenza e impronta italiana al CERN, sia in termini di contributi scientifici ed accademici che di presenza industriale: ulteriore conferma del ruolo di leadership che il nostro Paese esercita in un ambito così rilevante della ricerca scientifica internazionale.

“L’Italia ha nella scienza uno dei fondamenti della sua identità e della sua storia, basti pensare a Leonardo e Galileo, per arrivare a Rubbia, Parisi e Fabiola Giannotti e continua ad essere tra i Paesi più impegnati nella ricerca scientifica. Abbiamo delle grandi eccellenze da difendere e valorizzare”, ha affermato il sottosegretario.

Nel riferirsi agli oltre 1500 italiani che lavorano al CERN, il sottosegretario Tripodi ha ringraziato la comunità scientifica italiana “che partecipa con passione, intelligenza e impegno all’attività di ricerca al CERN, rivolgendo una grande attenzione ai temi dell’innovazione, nonché alle attività fondamentali di formazione e trasmissione del sapere”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform