direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il sottosegretario agli Esteri Merlo a Manchester in vista della riapertura del Consolato

ITALIANI ALL’ESTERO

Ieri l’inaugurazione al Consolato Generale di Londra dello sportello “Settled Status”.

MANCHESTER – Il sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo si è recato oggi a Manchester dove ha avuto incontri con le autorità locali e con i membri del locale Comites, in vista della riapertura del Consolato italiano nella città, soppresso nel 2011. Nella circoscrizione consolare di Manchester risiedono oltre 75.000 cittadini italiani. Il sottosegretario è stato ricevuto dal vice sindaco di Manchester, sir Richard Leese, cui ha confermato la decisione del Governo italiano per la riapertura di un Consolato di carriera. Il vice sindaco ha espresso soddisfazione e sostegno per la decisione, anche nell’ottica delle relazioni commerciali e turistiche tra Italia e Regno Unito. “Il Governo – ha dichiarato il sottosegretario Merlo – è impegnato in un’opera di rilancio della rete consolare, di carriera e onoraria, che passa anche attraverso la riapertura di sedi importanti come Manchester per la quale mi sono personalmente impegnato. I nostri connazionali all’estero sono – ha sottolineato Merlo – una risorsa per il Paese e non ci possiamo permettere di lasciarli soli e senza servizi. In particolare nel Regno Unito in questo momento storico”. Ieri il Sottosegretario Merlo era al Consolato Generale d’Italia a Londra dove ha inaugurato, insieme al Direttore generale per gli italiani all’estero del Maeci Luigi Maria Vignali e al Console generale Marco Villani, uno sportello “Settled Status”. Uno strumento volto a consentire l’accesso gratuito ai connazionali, con meno dimestichezza in campo digitale, alla procedura introdotta dalle autorità britanniche in ambito migratorio. Alla realizzazione dell’iniziativa hanno collaborato anche il Comites di Londra, vari patronati e l’associazione “New Europeans”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform