direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il senatore Adriano Cario (Gruppo Misto – Usei) sulla ricorrenza del 25 Aprile

FESTA DELLA LIBERAZIONE

“Far capire che la Festa della Liberazione è molto più vicina a tutti i connazionali di quanto spesso si possa pensare, dovrebbe essere il nostro maggior obiettivo”

ROMA  – In una nota il senatore eletto nella ripartizione America meridionale Adriano Cario (Gruppo Misto – Usei) sottolinea l’importanza di festeggiare la ricorrenza del 25 aprile nel mondo lontano dalla madre Patria. Per Cario la sfida più importante del 25 aprile all’estero è rappresentata dall’impegno delle autorità ad avvicinare tutte le istituzioni della collettività italiana nel mondo e i nostri connazionali al senso e allo spirito della ricorrenza.

“Il motto ‘arrendersi o perire!’ – scrive Cairo – proclamato in quei giorni da Sandro Pertini, deve essere la parola d’ordine esercitata internamente da tutti noi in tutti i nostri ambiti della vita. ‘Arrendersi o perire!’ è uno stile di vita, un modo di affrontare i fatti e le sfide di tutti i giorni. Far capire che la Festa della Liberazione è molto più vicina a tutti i connazionali di quanto spesso si possa pensare, dovrebbe essere il nostro maggior obiettivo”.

Comunque – continua il senatore – voi rappresentanti della collettività italiana in America Latina, forse senza saperlo, il significato dell’Anniversario della Liberazione lo conoscete meglio di altri . Per voi significa far lavorare la vostra piccola o grande associazione insieme ai connazionali. Significa continuare ad andare avanti malgrado i problemi, malgrado gli ostacoli e gli inconvenienti di tutti i giorni.  Insomma, – prosegue Cario – la volontà di sottoporre la vita personale a un interesse collettivo è stato il fatto più nobile dei protagonisti di quei giorni storici della liberazione nazionale. Nessuna novità per voi, che lavorate all’interno di un’associazione, togliendo tempo prezioso alle vostre famiglie. Oggi, per noi, salvare una istituzione è liberare la patria. “Per tutto questo, – conclude Cario – il 25 aprile lo dovete festeggiare insieme ed essere coscienti che voi siete parte della storia. Della grande storia che scrivono tutti i giorni gli italiani all’estero in tutto il mondo”.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform