direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Presidente Sergio Mattarella incontra i militari dell’operazione Strade Sicure

MINISTERO DELLA DIFESA

Il Capo dello Stato era accompagnato dal Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini

ROMA – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato lo Stato Maggiore dell’Esercito, accolto dal Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli e dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Salvatore Farina. Il Capo dello Stato è stato aggiornato presso il Comando Operativo dell’Esercito sull’operazione “Strade Sicure”. Successivamente, presso la caserma “Gandin”, sede della Brigata “Granatieri di Sardegna”, il Presidente Mattarella ha raggiunto il Comando del Raggruppamento Lazio – Abruzzo, responsabile dell’operazione “Strade Sicure” nella città di Roma, dove ha assistito alla presentazione delle attività “Strade Sicure” a Roma e nelle regioni Lazio e Abruzzo, ha visitato la sala operativa e ha incontrato alcuni soldati impegnati nell’operazione.

Nella sala operativa il Capo dello Stato ha parlato con una rappresentanza del Contingente militare impegnato nell’operazione avviata il 4 agosto 2008: oltre 7000 donne e uomini dell’Esercito, impegnati in 54 città, in stretta sinergia con le forze dell’ordine, nell’operazione Strade Sicure per il contrasto al terrorismo ed alla criminalità in generale. Complessivamente 12 anni di attività durante i quali sono stati conseguiti importanti risultati, illustrati al Presidente Mattarella nel corso di un briefing al termine del quale ha rivolto il suo ringraziamento alle Forze Armate per aver assicurato una presenza capillare sul territorio: “Una operazione – ha detto – che consente di essere più sicuri e di sentirsi rassicurati”. Nel suo intervento il Presidente ha ricordato il 223° anniversario della nostra Bandiera, il Tricolore, simbolo di valori quali libertà, democrazia e solidarietà, gli stessi che i militari italiani portano anche nelle missioni all’estero: “avete un addestramento ed una preparazione particolarmente accurati e questo vi conferisce una professionalità molto alta che in tutte le missioni internazionali è oggetto di grande ammirazione.  Missioni che rendono onore e prestigio al nostro Paese”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform