direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Presidente della Repubblica ha consegnato il Tricolore agli atleti che prenderanno parte alla 7^ edizione dei Giochi Mondiali Militari

SPORT

ROMA – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, ha ricevuto al Quirinale una delegazione degli atleti dei Gruppi Sportivi della Difesa e della Guardia di Finanza che parteciperanno alla 7^ edizione dei Giochi Mondiali Militari del Consiglio Internazionale dello Sport Militare, in programma dal 18 al 27 ottobre nella città di Wuhan (capitale della Provincia di Hubei, Repubblica Popolare Cinese). Cerimonia al termine della quale, Il Capo dello Stato ha consegnato il Tricolore al portabandiera.

Nel suo indirizzo di saluto, il Ministro Guerini ha rivolto agli atleti in partenza il suo incoraggiamento: “Sono certo che darete il massimo e che porterete alto il tricolore così come avete fatto anche nel corso della 6^ edizione, svoltasi in Corea del Sud nel 2015”.

Manifestazione che vide l’Italia classificarsi al 9° posto nel medagliere finale, su un totale di 110 nazioni partecipanti.

All’evento hanno preso parte, tra gli altri, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, rappresentanti delle Forze Armate, il Segretario Generale del CONI, le rappresentanze delle Federazioni sportive.

Ai Giochi Mondiali Militari parteciperanno atleti militari della Difesa e della Guardia di Finanza che si cimenteranno in 19 delle 28 discipline previste dal programma sportivo della manifestazione. A Wuhan saranno presenti anche gli atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa (GSPD), impegnati nelle gare di atletica leggera e nel tiro con l’arco.

Ricordando i tanti successi raggiunti dal GSPD, il Ministro ne ha sottolineato l’impegno e la determinazione: “Molta strada è stata fatta dallo sport paralimpico della Difesa negli ultimi anni. Sono pienamente convinto della straordinaria importanza dello sport come fattore di valorizzazione delle specificità di ciascuno e come grande occasione per dimostrare la tenacia e la determinazione nel perseguire e nell’ottenere obiettivi oltre le difficoltà”.

Il Vertice del Dicastero ha quindi ringraziato tutti coloro che con la loro professionalità, il loro supporto e la loro dedizione hanno costruito e preparato il Team azzurro, assicurando la massima attenzione verso lo sport paralimpico e lo sport militare in generale.

 “Sono settori – ha detto – che pur nella loro specificità, vivono e si alimentano di quello stesso impegno quotidiano, passione e convinta dedizione che caratterizzano tutti gli uomini e le donne con le stellette che lavorano quotidianamente per la sicurezza e la difesa del nostro Paese”.

Ai Giochi Mondiali Militari, la più grande manifestazione internazionale sportiva militare organizzata ogni 4 anni sotto l’egida del CISM (Consiglio Internazionale dello Sport Militare) – organismo formato da 138 Paesi membri e al quale l’Italia aderisce dal 1949 – è prevista la partecipazione di più di 110 nazioni e di oltre 10.000 tra atleti e officials.

L’Italia è da sempre assoluta protagonista in questa manifestazione che ha visto i suoi natali proprio in Italia nel 1995. Il nostro Paese ha organizzato anche la 3^ edizione, svolta nel 2003 a Catania, e la 1^ edizione dei Giochi Mondiali Militari invernali ad Aosta nel 2010. (m.r.e.f. – Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform