direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano in visita istituzionale in Albania

REGIONE PUGLIA

 

Incontro con il primo ministro Edi Rama, conferenza stampa di lancio della Bjcem, la Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo. A Emiliano la Chiave della Città di Tirana

 

TIRANA – Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano oggi in visita istituzionale in Albania, ha incontrato il primo ministro albanese Edi Rama nel Palazzo del Governo. L’incontro – si legge in una nota della Regione Puglia – ha rappresentato una ulteriore occasione per confrontarsi sull’avvio dei progetti congiunti nei settori acqua e ambiente, opportunità condivisa anche con il Montenegro, all’interno del Programma CBC IPA Italia Albania Montenegro 2014-2020.

È stato inoltre confermato l’impegno a sottoscrivere un Accordo di Cooperazione Transfrontaliero trilaterale finalizzato all’attivazione di due iniziative progettuali di rilevanza strategica che vertono sulla gestione sostenibile della risorsa idrica potabile e sulla gestione del rischio ambientale, attraverso l’attivazione di un sistema congiunto e smart di protezione civile nel basso Adriatico.

Al termine dell’incontro con il premier Edi Rama, il presidente Emiliano ha detto di essere “particolarmente felice per questo onore che il presidente Rama ha voluto dare alla Puglia. E’ stato un lungo colloquio durato oltre un’ora nel quale abbiamo parlato soprattutto delle nostre comuni attività culturali, ma in particolare anche dei progetti che con l’Acquedotto pugliese stiamo realizzando per riprogettare l’acquedotto di Tirana e soprattutto per la collaborazione tra Albania e Puglia per la riorganizzazione del sistema della Protezione civile. Il tutto dentro l’intesa con il Montenegro e l’Albania che sono nazioni guidate dalla Puglia nel percorso di entrata nella Unione Europea”.

Il presidente della Regione Puglia ha partecipato inoltre , nella sede del Ministero della Cultura albanese, alla conferenza stampa di lancio della Bjcem, la Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, insieme alla ministra Mirela Kumbaro, al sindaco di Tirana Erion Velaj e al sindaco di Durazzo Vangjush Dako e alla presidente della Bjcem Dora Bei.

Emiliano ha annunciato che la Puglia rientrerà nella Biennale, consegnando la lettera formale di adesione alla presidente Bjcem: “In passato – ha spiegato Emiliano – il rapporto tra la Bjcem e la Regione Puglia è stato fecondo di risultati importanti nella promozione della creatività giovanile nel contesto Euromediterraneo. Per questo motivo è intenzione della Regione Puglia riprendere la collaborazione con la Biennale alla vigilia dell’edizione dedicata all’Albania, alla quale partecipiamo su invito del Governo albanese ed in particolare della ministra della Cultura, Mirela Kumbaro. Questo invito ci ha dunque riavvicinato alla Biennale e ai suoi grandi obiettivi. Si aggiunga che le tematiche della manifestazione, con la loro tragica attualità, ci riportano ad una pagina della storia recente dell’Adriatico Meridionale, rappresentata icasticamente dal relitto della Kater I Rades trasformato dall’artista greco Costas Varotsos in un’opera dedicata all’umanità migrante e collocata nel porto di Otranto”.

“La Regione Puglia dunque – ha continuato Emiliano – sarà al fianco dell’Albania per rilanciare questa straordinaria occasione di crescita delle nostre comunità. Qui a Tirana abbiamo sottoscritto la nuova convenzione e ripreso questa importantissima collaborazione in tutti i campi artistici, dalla musica, alle arti visuali, passando per il teatro, tutto quello che può servire ai giovani del Mediterraneo per costruire provocazioni di pace e intelligenti creazioni che restituiscano al Mediterraneo il ruolo nella cultura mondiale che abbiamo perso molti anni fa”.

Nel corso della conferenza stampa, la ministra della Cultura dell’Albania Mirela Kumbaro ha detto di “essere particolarmente felice che l’Albania, e in particolare le città di Tirana e Durazzo, diventeranno la Casa, la Home dei giovani artisti creativi per il 2017”. Kumbaro si è poi soffermata nella lunga e proficua collaborazione con la Regione Puglia, con un particolare ringraziamento al presidente Emiliano, “per il celere e immediato supporto e per essere al fianco del Ministero nella biennale “Mediterranea18”.

Presente all’incontro anche Aldo Patruno, direttore del dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia. “Oggi abbiamo inoltre discusso di un’idea molto forte in occasione della Biennale dei Giovani Artisti che si terrà a Tirana/Durazzo il prossimo maggio – ha detto Patruno – Partendo dalla splendida opera L’Approdo – Opera all’Umanità migrante di Costas Varotzos realizzata nel 2011 a Otranto con la carcassa della Kater I Rades, intendiamo allestire una nave che riunisca una selezione di artisti del Mediterraneo in partenza dalla Puglia verso l’Albania, con installazioni, opere e performance di cui la nave risulterebbe contenitore e fucina. Un viaggio al contrario rispetto ai barconi albanesi di 25 anni fa e rispetto alle giornaliere tragedie del Mediterraneo. In nome della pace, della cultura, della vita”.

Dal 4 al 9 maggio 2017, più di 230 giovani artisti provenienti dal bacino del Mediterraneo e dell’Europa, si incontreranno, si confronteranno ed esporranno le loro creazioni alla Bjcem, palcoscenico di risonanza internazionale, nelle città di Tirana e Durazzo.

Il titolo di questa 18^ edizione della Bjcem sarà “Mediterranea 18”, il concept della manifestazione è: History + cOnflict + dreaM + failurE = HOME

Arti visuali, performance teatrali, musica e letteratura saranno i principali settori esplorati dai protagonisti di questa edizione, aprendo così una piattaforma culturale per il dialogo tra artisti stranieri e nazionali e il pubblico. L’iniziativa mira a rafforzare nuove conoscenze e competenze nel dialogo interculturale attraverso l’arte e la cultura.

La rete della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo (BJCEM), cui l’Albania aderisce a partire dalla fine del 2015, promuove e crea continue opportunità di formazione, mobilità, scambi, dialogo interculturale e reciproca conoscenza.

Sempre oggi il presidente della Puglia Emiliano ha ricevuto la Chiave della Città di Tirana, dal sindaco Erion Velaj, nel corso di una cerimonia pubblica nella sede del Comune. La Chiave della Città è il più alto simbolo che Tirana conferisce alle persone a cui tiene, nella migliore tradizione dell’ospitalità albanese. Queste le motivazioni del riconoscimento: “Per il contributo che la Regione Puglia ha dato durante gli ultimi 20 anni per la cooperazione con l’Albania e per la straordinaria accoglienza che la Regione Puglia ha saputo riservare agli immigrati albanesi che sono arrivati in Italia, in considerazione anche del fatto che quest’anno intercorre il 25esimo dell’esodo albanese in Italia.(Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform