direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Piemonte, Regione più innovativa d’Italia

INNOVAZIONE

 

 

TORINO – Secondo l’ultimo rapporto del Regional Innovation Scoreboard della Commissione Europea il Piemonte è la Regione più innovativa d’Italia (insieme al Friuli), nonché tra la migliori per la capacità dimostrata dalle sue imprese di fare innovazione.

Nel 2016 è stato avviato il nuovo corso della principale e consolidata misura a sostegno delle attività di ricerca e innovazione svolte dalle PMI con la razionalizzazione dei Poli di innovazione esistenti, ridotti a 7 e al contempo rafforzati nella mission e nel mandato regionale. Si chiude entro la fine dell’anno il primo bando dedicato alle imprese associate ai Poli: 35 milioni di contributi, che potranno attivare investimenti per circa 80 milioni in favore di un bacino potenziale di 1000 piccole e medie imprese e per progetti basati sulla stretta collaborazione con Università e centri di ricerca.

Per favorire la nascita di start up innovative sono stati stanziati 8,5 milioni tratti dal POR-FSE 2014/2020. I beneficiari non sono solo ricercatori universitari, ma, per la prima volta, anche soggetti privati con meno di 40 anni, disoccupati o inoccupati. Ad aprile 2016 è stato aperto il bando regionale grazie al quale gli incubatori universitari pubblici, che insieme a Finpiemonte forniscono i servizi di assistenza agli aspiranti imprenditori, hanno approvato 41 business plans.

Agenda digitale e semplificazione amministrativa. Si sta lavorando per assicurare l’interoperabilità delle banche dati pubbliche. Tali interventi sono finalizzati allo sviluppo di ecosistemi e innovazione (sanità digitale, scuola digitale, giustizia digitale, turismo digitale e fiscalità); servizi per il cittadino (fascicolo sanitario, pago pa); servizi per impresa e sviluppo economico (suap-mudeaua-arada, smart data platform); infrastrutture materiali e immateriali (spid, data center, polo regionale dei pagamenti, cloud, connettività, dematerializzazione, valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e privato, economia dei dati). Le misure sono già state progettate e saranno avviate nei prossimi mesi con una dotazione di 44 milioni.

Per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese, è stata rinnovata la collaborazione tra Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Confcommercio Piemonte e Fondazione Don Mario Operti per la gestione del Fondo regionale per il microcredito, che ha una dotazione di 4,3 milioni di euro e si propone di facilitare l’accesso al credito ai soggetti cosiddetti “non bancabili”. Tra le novità, l’apertura del fondo anche alle imprese già costituite che non sono riuscite a decollare, ai lavoratori autonomi e del settore culturale. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform