direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione della deputata Fucsia Nissoli (FI) sul voto elettronico nella circoscrizione Estero: risponde Il Ministro Lamorgese

ITALIANI ALL’ESTERO

 

ROMA – “Oggi, il Ministro dell’Interno, Lamorgese, ha risposto alla mia interrogazione n. 4-04425 in cui si chiedono spiegazioni sulle modalità di sperimentazione del voto elettronico nella circoscrizione Estero e ‘se in tale sperimentazione si preveda di coinvolgere tutte le ripartizioni di detta circoscrizione; quali siano i tempi previsti per l’elaborazione di un modello che possa essere utilizzato già alle prossime elezioni politiche e a quelle dei Comites per l’anno prossimo”. Informa Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America. “Nella sua risposta, -prosegue la deputata – il Ministro Lamorgese ha affermato che ‘e’ necessario procedere a un’attenta valutazione di una serie di aspetti tecnici di estrema delicatezza e complessità, per assicurare il rispetto delle norme riconducibili al procedimento elettorale, per loro natura direttamente collegate ai principi costituzionali di segretezza e personalità del voto. (…..) Si e’, pertanto, ritenuto necessario, … un approfondimento della materia in esame, da effettuarsi in via preliminare ad opera di un’apposita Commissione, composta da rappresentanti del Ministero dell’Interno, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero della Giustizia e dell’Ufficio del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione. A tale gruppo di lavoro, in corso di istituzione, verrà affidato lo studio di ipotesi attuative e tecnico-organizzative del voto elettronico, al fine di individuare le migliori linee guida per la sperimentazione di un modello che contemperi le esigenze di modernizzazione e snellimento delle procedure elettorali con le garanzie costituzionali”. Infine, il Ministro, riferendosi all’utilizzazione del voto elettronico per le  elezioni dei Comites, ha evidenziato “che il decreto legge 30 maggio 2012, n.67, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2012, n.118, prevede già tale sistema, le cui modalità applicative discenderanno dall’adeguatezza dei fondi’. Una risposta chiara per la descrizione dello stato dell’arte – commenta la Nissoli – ma che lascia trasparire una eccessiva lentezza nell’innovare le procedure elettorali, una innovazione che, a mio avviso, potrebbe garantire una maggiore sicurezza del voto stesso”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform