direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il ministro Galletti all’Onu e al Fancy Food

STAMPA ITALIANA ALL’ESTERO

Da “America Oggi.info” del 30 giugno

 

NEW YORK – La lotta ai cambiamenti climatici e alla fame nel mondo: due sfide sulle quali l’Italia vuole agire da protagonista. Questo il messaggio del ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, nel corso della sua missione a New York, dove ha visitato il Fancy Food 2015 e partecipato a una serie di incontri all’Onu. “Con Expo abbiamo fatto vedere a tutto il mondo le nostre eccellenze in campo alimentare, inviando anche un messaggio etico morale molto forte, quello di un cibo di qualità e di un’agricoltura sostenibile, per poter diminuire le disparità che ci sono nel mondo”, ha detto il ministro all’Ansa, partecipando al taglio del nastro del padiglione Italia alla più importante fiera dedicata alle specialità alimentari e alle bevande del Nord America in corso al Javits Center di New York.

Al centro della politica italiana – ha quindi spiegato il ministro – la qualità del prodotto e la tracciabilità rimangono due punti essenziali, anche per quanto riguarda il trattato di libero scambio tra Usa e Ue. “Non è solo una questione economica, ma anche di salute dei cittadini, che si sposa perfettamente con la tutela dell’ambiente. E su questo ci stiamo battendo fortemente”.

Il primo pensiero va alla Campania: “Nella Terra dei Fuochi abbiamo monitorato tutti i terreni, e oggi possiamo dire che anche i prodotti che vengono da quelle zone sono di alta qualita’”, ha assicurato Galletti. Ma per l’Italia “il cibo è anche una grande opportunità economica e lo dimostriamo al Fancy Food”, ha aggiunto il ministro, sottolineando l’importanza di promuovere l’esclusività, l’autenticità e la sostenibilità dei nostri prodotti.

“Abbiamo preso alcune decisioni che ci permettono oggi di raccogliere risultati, primo fra tutti quello di avere vietato gli Ogm, scelta molto apprezzata dal mercato”. Al Fancy Food per la prima volta una nazione – l’Italia – è stata scelta come partner e sponsor dell’evento, e questo è motivo di grande orgoglio secondo Donato Cinelli, presidente della Universal Marketing, agente esclusivo della fiera per il Belpaese. Mentre come ha sottolineato il direttore di Agenzia Ice New York, Maurizio Forte, questo è un anno di crescita di qualita’: “La nostra presenza al Fancy Food è piu’ forte che mai anche in termini di diversità di prodotti, di novità, di grandi ma anche di piccole aziende”, ha affermato.

E’ il clima, invece, il tema al centro degli appuntamenti del ministro Galletti all’Onu, dove ha preso parte ad un meeting di alto livello dell’Assemblea Generale sui cambiamenti climatici. Oggi invece parteciperà ad una riunione del Consiglio di Sicurezza sul ruolo del cambiamento climatico come moltiplicatore delle minacce alla sicurezza globale. “Non si può perdere l’occasione di Parigi 2015”, ha affermato il ministro, per cui gli appuntamenti alle Nazioni Unite sono una ulteriore occasione per “ribadire che l’Italia e l’Europa vogliono un accordo ambizioso e virtuoso”.

Se però in quell’accordo non c’è la partecipazione di tutti i Paesi del mondo, rischia di essere “privo di significato”. “Noi abbiamo già delineato i nostri obiettivi che porteremo a Parigi come Europa, ossia almeno il 40% di riduzione di Co2 – ha concluso – è un target ambizioso, e vorremmo che gli altri Stati seguissero il nostro esempio”.(America Oggi.info/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform