direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni alla seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione

FAO

“La fame nel mondo è calata in 20 anni, ma non abbastanza”

 

ROMA – “Negli ultimi vent’anni c’è stato un progresso nella lotta alla fame nel mondo, ma non abbastanza”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni nel suo intervento alla seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione della Fao, che si è aperta questa mattina a Roma. “Le stime della Fao ci dicono che nel mondo oggi ci sono 805 milioni di persone sottonutrite – ha spiegato Gentiloni -. Nel ’92 erano oltre un miliardo. Negli ultimi 22 anni c’è stato un calo dell’11,3%. Nei paesi in via di sviluppo la percentuale delle persone sottonutrite è passata dal 23,4% al 13,3%. Ma intanto dal ’92 sono arrivate anche sfide nuove, come quella dell’obesità, che è aumentata”.

La persona al centro delle politiche

Per Gentiloni “le politiche devono mettere al centro la persona, per aumentare il reddito e la capacità di autogestirsi. Gli agricoltori devono avere accesso al mercato”. Il ministro ha ribadito la necessità di politiche di sostegno alle famiglie e alle donne in particolare, “che hanno la possibilità di aumentare la capacità produttiva”. Gentiloni ha sottolineato anche l’importanza di un “accesso equo all’istruzione nelle zone rurali”. “Occorre rafforzare gli sforzi per contrastare l’impatto delle pandemie, dei cambiamenti climatici e delle crisi economiche”, ha aggiunto il ministro. E per farlo, ha spiegato, “è cruciale la partnership col settore privato e la società civile”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform