direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Governo ha accolto l’ordine del giorno a prima firma di Angela Schirò (Pd, ripartizione Europa) formulato per superare i ritardi nell’assegnazione del personale scolastico all’estero e promuovere l’autonomia degli enti gestori

CAMERA DEI DEPUTATI

Il sì all’Odg, co-firmato da Francesca La Marca (Pd, ripartizione America settentrionale e centrale) e Massimo Ungaro (Italia Viva, ripartizione Europa) nell’ambito della discussione sul Decreto sostegni bis

 

ROMA – Nell’ambito della discussione alla Camera dei deputati del provvedimento di conversione in legge del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all’emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali – Decreto sostegni bis, il Governo ha accolto l’ordine del giorno sull’assegnazione del personale scolastico all’estero presentato a prima firma da Angela Schirò (Pd, ripartizione Europa) e co-firmato da Francesca La Marca (Pd, ripartizione America settentrionale e centrale) e Massimo Ungaro (Italia Viva, ripartizione Europa).

L’ordine del giorno sottolinea come “la diplomazia culturale rappresenti ormai una leva essenziale per la promozione integrata del Sistema Paese nel mondo e che in questa fase di rilancio è di vitale interesse essere presenti nella sfera globale con le risorse migliori che l’Italia può mettere in campo nei confronti dei suoi competitori internazionali”. Si richiama quindi come su questa linea “gli ultimi governi stanno facendo uno sforzo importante e consapevole investendo risorse finanziarie e orientando in modo più coordinato e finalizzato gli interventi e l’azione degli strumenti operativi a disposizione del nostro apparato internazionale”.

Si evidenziano tuttavia “difficoltà e ritardi” sul piano della promozione culturale all’estero, “dovuti anche all’incidenza della pandemia sulle ordinarie attività e sulle iniziative di incontro”, ribadendo come tale promozione sia “preziosa per il sostegno dei nostri interessi nazionali e per la penetrazione nel mercato internazionale degli stessi prodotti del made in Italy” e come sia “interesse generale del Paese” superare le difficoltà, in particolare quelle relative alla destinazione del personale scolastico all’estero e agli enti promotori dei corsi di lingua e cultura.

Per questo motivo l’Odg impegna il Governo a valutare l’opportunità di operare affinché “siano superati i ritardi nella destinazione del personale scolastico nelle sedi estere, in modo da evitare, come accaduto negli scorsi anni, che a diversi mesi di distanza dall’inizio dell’anno scolastico, solo una parte dei posti vacanti siano stati ricoperti dal loro legittimo titolare” e per riformare organicamente “la circolare 3, emessa in agosto 2020 in applicazione del Decreto 64/2017, consentendo una concreta e maggiore autonomia degli enti gestori, la possibilità di programmare da parte loro le attività a scadenza pluriennale, la possibilità di beneficiare di cadenze temporali dei contributi che evitino il ricorso e l’indebitamento con le banche”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform