direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il dibattito alla III Commissione sulle parti della manovra riguardanti il ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale

SENATO DELLA REPUBBLICA

Sì definitivo dell’Aula al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018

 Approvato il rapporto favorevole proposto dal relatore Gian Carlo Sangalli

 

ROMA – L’Assemblea del Senato ha approvato in via definitiva con voto di fiducia il ddl n. 2960-B, Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020. Prima del voto in Aula la Commissione Esteri del Senato aveva espresso parere favorevole sulla manovra e in particolare sulle parti riguardanti lo stato di previsione del ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale per l’anno finanziario 2018 e per il triennio 2018-2020. Dal relatore Gian Carlo Sangalli sono state illustrate alcune modifiche introdotte su questa materia dalla Camera dei Deputati: in primo luogo, che per gli operatori economici italiani operanti in Venezuela e Libia, sia persone fisiche che società, viene istituito un fondo (1 milione di euro per il 2018, 5 milioni di euro per il 2019 e 10 milioni di euro per il 2020) per la parziale compensazione delle perdite subite in seguito alle crisi istituzionali dei due Paesi. I criteri e le modalità per l’erogazione del contributo, saranno individuati con decreto del Ministro degli esteri, da emanarsi entro 60 giorni.  Inoltre per gli italiani residenti in Venezuela, che siano in situazioni di disagio economico, viene anche stanziato un ulteriore milione di euro, per il 2018, ad integrazione delle misure già in atto, per contenere le conseguenze della crisi del Paese sudamericano. Il relatore ha anche evidenziato come altre modifiche in positivo riguardino le disposizioni generali a favore delle nostre comunità all’estero e della proiezione internazionale, anche economica, dell’Italia. In questa ottica vengono stanziati   2 milioni di euro a decorrere dal 2018 per la promozione della lingua e cultura italiane all’estero, con particolare riferimento al sostegno degli enti gestori di corsi di lingua e cultura italiane all’estero (il testo approvato dal Senato prevedeva 1 milione di euro per l’anno 2018 e 1,5 milioni di euro dal 2019). Previsti inoltre 200.000 euro annui per il finanziamento di lettorati di lingua italiana presso istituzioni universitarie estere (previsione introdotta ex novo dalla Camera dei deputati). Stanziato poi 1 milione di euro, per l’anno 2018, a favore dei Comitati degli Italiani all’estero (il testo del Senato prevedeva 100.000); 1 milione di euro per l’anno 2018 per contributi a favore della stampa italiana all’estero (500.000 euro quelli previsti dal testo approvato in Senato); 1,5 milioni di euro per il 2018, la stessa cifra per il 2019 e 2 milioni per il 2020 a favore delle Camere di Commercio italiane all’estero (inizialmente si prevedeva 1 milione di euro per il solo 2018).

Sangalli ha inoltre segnalato sia una previsione introdotta ex novo dalla Camera dei deputati che riguarda la ristrutturazione e la manutenzione del cimitero italiano di Hammangi a Tripoli, in Libia (272.000 euro per il 2018, e 22.000 negli anni successivi), sia una serie di norme in materia di personale e risorse per la cooperazione internazionale allo sviluppo, come ad esempio l’assunzione, da parte dell’Agenzia italiana per la Cooperazione, nei limiti dell’attuale dotazione organica, di 10 dirigenti non generali (circa 1,5 milioni di euro a decorrere dal 2019).

Per l’Agenzia previste anche nuove disposizioni per il finanziamento di iniziative con soggetti iscritti nell’elenco dei promotori della cooperazione allo sviluppo. Il relatore si è anche soffermato sull’autorizzazione al concorso per l’accesso alla carriera diplomatica per l’anno 2019, per un contingente di 35 nuovi diplomatici,  e sulle iniziative a sostegno delle esportazioni e dell’internazionalizzazione delle nostre imprese previste nel documento di bilancio. Per favorire l’internazionalizzazione delle imprese viene rifinanziato con 2 milioni di euro – per ciascun anno del biennio 2018-2019 e di 3 milioni per il 2020 –  il fondo per l’ICE, nell’ambito del Piano straordinario per la promozione del Made in Italy e l’attrazione degli investimenti. Un contributo di 500.000 euro (per ciascuna annualità 2018, 2019 e 2020) è anche previsto a favore del Milan Center for food Law and Policy, il Centro di documentazione sulle politiche pubbliche in materia di nutrizione. Il finanziamento è destinato al sostegno alle attività volte a realizzare gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030, in continuità con Expo 2015, nonché per la candidatura italiana per COP 26/2020 . Nello stato di previsione del Miur viene anche istituito il Fondo per il programma di ricerche in Artico, con una dotazione di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020.  Il fondo è finalizzato al sostegno dell’Italia come Stato osservatore del Consiglio artico e alla realizzazione degli obiettivi della Strategia italiana per l’Artico, adottata nel 2015 dal Maeci, oltre che ad assicurare la partecipazione italiana ad alcuni importanti comitati e reti di ricerca scientifica sull’Artico. Alla luce di queste considerazioni il relatore ha proposto alla III Commissione l’approvazione di un parere favorevole sulla materia in esame.

Dal canto suo la senatrice Stefania Giannini (Pd) ha espresso apprezzamento per le modifiche alla manovra finanziaria introdotte dalla Camera dei deputati, in particolare per le misure a sostegno dei connazionali residenti in Venezuela, per il contributo al Milan Center for food Law and Policy e per il Fondo in favore del programma di ricerche in Artico. Dopo l’intervento del presidente della Commissione Paolo Corsini (Art.1-MDP-LeU) che ha preannunciato il suo voto contrario al provvedimento per la mancanza nella manovra finanziaria di un disegno organico di riforma, il  senatore Claudio Micheloni (Misto) ha espresso soddisfazione per le modifiche introdotte dalla Camera dei deputati, in particolare per quanto riguarda il sostegno alle comunità italiane all’estero. Positivo anche il giudizio della senatrice Emma Fattorini (Pd)  soprattutto per quanto riguarda

la promozione della lingua e cultura italiana. Negativo invece il parere del senatore Lucio Malan (FI) che, preannunciando il proprio voto contrario, ha sottolineato l’inadeguatezza della manovra di bilancio, sia nel merito che nella congruità rispetto alle norme di contabilità pubblica.

Il relatore Sangalli ha infine sottolineato l’importanza sia delle previsioni a favore degli operatori economici italiani operanti in Venezuela, un intervento strutturale volto a migliorare le prospettive per molte aziende italiane impegnate nel Paese sudamericano, sia delle misure adottate a favore delle Camere di Commercio italiane all’estero.

La Commissione ha poi approvato il seguente rapporto:

La 3a Commissione, Affari esteri, emigrazione,

esaminato il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e il bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, la Nota di variazioni e l’allegata Tabella 6;

viste le modifiche approvate nel corso dell’esame presso la Camera dei deputati;

apprezzato l’incremento dei fondi a favore delle comunità italiane all’estero e della proiezione internazionale, anche economica, del nostro Paese, con misure per la promozione di corsi di lingua e cultura italiane, delle Camere di Commercio italiane all’estero, della stampa italiana e di lettorati di italiano presso università estere;

apprezzati in particolare gli interventi per compensazioni dei crediti vantati da operatori economici italiani in Venezuela e in Libia, oltre che per l’aiuto dei connazionali residenti in Venezuela in condizioni disagiate a causa della crisi economica del Paese;

valutato positivamente l’intervento per il restauro e la guardiania del cimitero italiano di Tripoli;

apprezzate le misure in materia di cooperazione allo sviluppo (tra cui il potenziamento dell’Agenzia per la cooperazione), nonché l’autorizzazione del concorso diplomatico per il 2019,

esprime rapporto favorevole.

Inform

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform