direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il deputato Massimo Ungaro (Italia Viva, ripartizione Europa) soddisfatto per l’accordo raggiunto tra Inps e Maeci per l’accertamento dell’esistenza in vita dei pensionati residenti all’estero

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

L’accertamento potrà avvenire anche attraverso videochiamata

ROMA – Il deputato eletto nella ripartizione Europa Massimo Ungaro (Italia Viva) segnala l’accordo raggiunto tra Inps e Maeci per consentire in modalità sicura – attraverso videochiamata – l’accertamento dell’esistenza in vita dei titolari di pensione Inps e residenti all’estero.

“È proprio quello che chiedevo in una recente interrogazione al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo: sospendere fino alla primavera 2021 o trovare nuove modalità in sicurezza per l’accertamento dell’esistenza in vita dei titolari di pensione Inps e residenti all’estero. Questione – ricorda Ungaro – peraltro ribadita anche con una lettera ufficiale all’Istituto di previdenza sociale sottoscritta assieme ai colleghi Francesca La Marca, Angela Schirò, Nicola Caré, Laura Garavini e Francesco Giacobbe. Giusto fare i controlli, ma con una pandemia così pericolosa e che tocca ogni angolo del pianeta non possiamo mettere a rischio i soggetti più fragili”.

Ungaro si congratula dunque con il direttore generale per gli Italiani all’Estero del Maeci, Luigi Maria Vignali e con il direttore generale Gabriella Di Michele dell’Inps “per aver permesso di assolvere all’obbligo di accertamento anche tramite videochiamata dell’esistenza in vita dei pensionati che percepiscono l’assegno pensionistico all’estero”.

“Sarà comunque necessario – conclude – trovare altre modalità per venire incontro a quei cittadini anziani con minori competenze telematiche e digitali”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform