direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il deputato della Lega Simone Billi (ripartizione Europa) è intervenuto nell’Aula di Montecitorio sulla questione dei servizi consolari

PARLAMENTARI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

ROMA – Il deputato della Lega Simone Billi, eletto nella ripartizione Europa, è intervenuto nell’Aula della Camera sulla questione dei servizi della rete consolare.  “La rete consolare – ha esordito Billi – versa in difficoltà per l’erogazione dei servizi consolari. La spending review della pubblica amministrazione italiana, partita dal Governo Monti, ha impattato pesantemente anche sulle risorse dei consolati, con una drastica riduzione del personale: da 5 mila nel 2010 a 2.500 oggi, quindi la metà. A cui si aggiunge l’aumento esponenziale degli italiani AIRE, da circa 3 milioni nel 2006 a circa 6 milioni oggi. Vi sono state, poi – ha continuato Billi – la pandemia, che ha costretto alla chiusura o al lavoro parziale molti consolati, aumentando ulteriormente gli arretrati e le tre tornate elettorali di quest’anno. Nel 2022 si sono svolte le elezioni dei Comites, il referendum e le elezioni politiche, che hanno aumentato ulteriormente gli arretrati. Inoltre, in molti Paesi d’Europa le carte d’identità cartacee non vengono più accettate dalle autorità locali, perché facilmente falsificabili. Quindi, la richiesta di carte di identità elettroniche è ulteriormente aumentata. Pertanto – ha concluso il deputato – chiederemo al Governo, anche in questa legge di bilancio per il 2023, di intraprendere tutte le iniziative necessarie affinché si possa risolvere la situazione, recuperando gli arretrati e potenziando i consolati”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform