direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Coordinamento dei Comites della Svizzera chiede di indire le elezioni per il rinnovo degli organismi rappresentativi

ITALIANI ALL’ESTERO
Il Coordinamento dei Comites della Svizzera chiede di indire le elezioni per il rinnovo degli organismi rappresentativi
Evitare la sovrapposizione con altri appuntamenti elettorali già calendarizzati per il 2014 ed evitare un ulteriore rinvio
ZURIGO – Il Coordinamento Comites della Svizzera si è riunito lo scorso 22 giugno, alla presenza dei membri del Cgie Svizzera e del deputato eletto in Europa Gianni Farina. E’ quanto riferisce un comunicato a firma Giuliano Racioppi e Grazia Tredanari facendo presente che “ben tre decreti parlamentari hanno impedito che venissero effettuate le elezioni dei Comites e del Cgie, non ottemperando alla legge e danneggiando l’immagine e il ruolo di tali organismi”.
Il Coordinamento Comites della Svizzera chiede “l’immediata indizione delle elezioni dei Comites per evitare la sovrapposizione con altri appuntamenti elettorali già calendarizzati per il 2014 ed evitare un ulteriore rinvio. Di conseguenza, il Coordinamento chiede anche il rinnovo del Cgie utilizzando per entrambi le attuali modalità di voto, poiché sarebbe utopistico pensare all’utilizzo di strumenti alternativi, previa adeguata sperimentazione, e che garantiscano la partecipazione di ogni elettore”.
A parere del Coordinamento “il voto per corrispondenza, escludendo quello del seggio, rimane l’unico possibile. Maggiore trasparenza potrebbe esser data da ulteriori modalità di sicurezza, come la firma in calce al certificato elettorale o la fotocopia di un documento d’identità. I costi potrebbero esser abbattuti dalla partecipazione diretta dell’elettore che apporrebbe il francobollo.”
Con l’occasione il Coordinamento dei Comites della Svizzera ricorda, con una nota a parte, che il 9 maggio 2012 il Comitato degli Italiani all’Estero di Bienne ha inoltrato le proprie dimissioni e non essendoci altri membri subentranti fra i non eletti si è sciolto. Secondo l’art. 8 della legge istitutiva, quando il numero dei membri del Comitato si riduce a meno della metà, esso è sciolto dall’autorità consolare, che indice nuove elezioni da svolgere entro sei mesi dalla data di scioglimento. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform