direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Contingente militare a guida italiana in Bulgaria ha ricevuto una visita di una delegazione parlamentare della NATO

MINISTERO DELLA DIFESA

(Fonte foto Ministero della Difesa)

SOFIA – Il Contingente militare a guida italiana schierato in Bulgaria, attualmente costituito su base 132° Reggimento carri, ha ricevuto a Novo Selo la visita di una delegazione parlamentare della NATO, guidata dal deputato Michael Turner (USA). La delegazione, giunta sul territorio bulgaro in occasione della sessione primaverile dell’Assemblea parlamentare della NATO tenutasi in questi giorni a Sofia, è stata accolta dal Colonnello Mariano R. Scandurra, Comandante del multinational Battle Group schierato nell’ambito dell’iniziativa enhanced Vigilance Activity (eVA). Nel corso della visita, la delegazione, composta da circa 30 rappresentanti di 15 Stati membri della NATO, ha partecipato a un briefing nel quale il Colonnello Scandurra ha fornito un quadro generale delle principali attività condotte dal Battle Group e, successivamente, i parlamentari hanno potuto visionare i mezzi e le piattaforme da combattimento in dotazione ai contingenti schierati presso la Novo Selo training Area. Nel firmare l’Albo d’Onore, il deputato Michael Turner ha ringraziato i componenti del Gruppo tattico a guida italiana per il servizio reso a difesa dell’Alleanza NATO. Il simbolico scambio di doni tra il Comandante del Contingente e il congressman americano ha sancito la conclusione della visita. Il Battle Group multinazionale, che comprende anche personale dell’Aeronautica Militare e dell’Arma dei Carabinieri, è impiegato dall’ottobre 2022 nell’ambito della NATO “enhanced Vigilance Activity”, iniziativa volta a rafforzare la postura di deterrenza e difesa sul fianco est dell’Alleanza Atlantica. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform