direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Circolo Pd di Philadelphia celebra la Festa della Liberazione

INCONTRI

 

PHILADELPHIA – Domenica 24 aprile il Circolo Ps di Philadelphia ha organizzato un incontro per celebrare insieme alla comunità italo-americana la Festa della Liberazione italiana dal nazifascismo del 25 Aprile.

L’evento, sponsorizzato dal dottor prof. Pasquale Nestico, presidente Pd USA e segretario del Circolo Pd Philadelphia, si è tenuto nei locali della sua clinica medica, situata al 1809-13 West Oregon Avenue. Il dottor Nestico ha introdotto e moderato il dibattito.

Il segretario nazionale del Pd USA, dottor Sergio Gaudio, collegato via Skype, ha portato un saluto ai partecipanti ricordando che “il 25 aprile è la data in cui il CLNAI (Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia), che aveva sede a Milano ed era presieduto da Sandro Pertini, chiese l’insurrezione su tutto il territorio italiano contro il fascismo. Oggi, quella data non è solo un giorno in cui celebriamo la liberazione dall’antifascismo, ma anche l’occasione per riaffermare quegli ideali di democrazia, libertà, tolleranza e accettazione del diverso e dei diritti delle minoranze su cui abbiamo costruito la nostra Costituzione. Questo vale soprattutto oggi, giorno in cui in Austria ha vinto l’estremismo di destra e la nostra Europa sembra aver dimenticato quanto è successo in quegli anni. Il nostro compito, come democratici, deve essere proprio quello di rifuggire la demagogia e il populismo, non solo in patria, ma anche nelle presidenziali degli Stati Uniti, e di tramandare i nostri ideali alle prossime generazioni, perché non dimentichino che quei sentimenti di giustizia e di equità devono rimanere parte di ciò che siamo oggi”.

La dottoressa Silvana Mangione, responsabile per le Riforme nella Segreteria nazionale del Pd USA e segretario del Circolo Pd Tristate, ha ricordato come nel 2016 si festeggia anche il settantesimo anniversario della nostra Repubblica e del primo esercizio del diritto del voto delle donne italiane. “La celebrazione del 25 aprile deve allacciare la nostra memoria alla proiezione verso un futuro di democrazia per tutti i popoli, nella coscienza che la nostra Costituzione, la più bella del mondo, è entrata in vigore il primo gennaio del 1948 e conteneva già tutti i principi sanciti dalla Dichiarazione universale dei Diritti dell’Uomo, approvata dalle Nazioni Unite soltanto il 10 dicembre 1948. Nell’odierno mondo percorso da guerre e terrorismo, la liberazione dei popoli passa attraverso la protezione di quegli stessi Diritti umani, primi fra tutti la pace e l’uguaglianza, le libertà di studio, di stampa, di opinione, di autodeterminazione e di protezione del proprio retaggio linguistico e culturale. Per tutto questo dovremo adoperarci nel futuro ogni volta che celebriamo la liberazione dell’Italia e il nostro 25 aprile”.

L’avvocato Giuseppe Rollo, membro della Commissione di garanzia del Pd USA, ha concentrato le sue considerazioni sugli eventi susseguiti alla liberazione dal nazifascismo, sui valori della Resistenza e sulla ricostruzione dell’Italia distrutta dalla guerra.

Nel successivo dibattito sono intervenuti fra gli altri la prof.ssa Gabriella Romani, consigliere Comites Philadelphia, il dottor Antonio Colavita, vp Circolo Pd Philadelphia e il dottor Giovanni Mastrostefano, ex vice console di Philadelphia

Al termine della manifestazione, i presenti sono stati invitati ad un ricco momento conviviale curato personalmente da Anna di Paola, Rosetta Mirello, Anna Nestico e Santa Mirachi. (Claudio Lunghi-Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform