direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Capo dello Stato ricevuto alla Casa Bianca

RASSEGNA STAMPA

Da Rai News 24, 8.2.2016

Obama ringrazia l’Italia per la “straordinaria collaborazione” in campo internazionale. Mattarella: con gli Stati Uniti per sconfiggere il terrorismo

 

WASHINGTON . “Voglio ringraziare tantissimo l’Italia per il contributo nell’addestramento delle forze di polizia e per i progressi ottenuti in Iraq, senza tralasciare il ruolo di protezione della diga di Mosul”. Così Barack Obama al presidente Sergio Mattarella, durante l’incontro nello Studio Ovale a Washington, sottolineando la forte cooperazione tra Italia e Usa. 

Mattarella: insieme contro l’Isis

Il presidente Obama ha parlato con il capo dello Stato del ruolo che l’Italia può svolgere nella lotta all’Isis sia in Siria sia Iraq. Per il presidente Mattarella assieme agli Usa possiamo sconfiggere il terrorismo. “Questa stretta collaborazione ci consente oggi e ci consentirà di fronteggiare le nuove sfide e di sconfiggere i  nemici della pace e dei diritti umani”.

Il capo dello Stato ha ringraziato l’inquilino della Casa Bianca per la  “straordinaria accoglienza, segno di una amicizia che dura da 70 anni”. La cooperazione “nell’Alleanza Atlantica ci ha consentito di superare con successo – ha rimarcato Mattarella – grandi sfide e momenti difficili”.

Obama: sforzi per stabilità in Libia. Migranti, problema globale 

“Abbiamo, poi, discusso degli sforzi di Italia, Usa e altri Paesi per aiutare la Libia a formare un governo che permetta alle loro forze di sicurezza di stabilizzare il loro territorio e neutralizzare l’Isis”. Lo ha detto Barack Obama al termine dell’incontro. Con il presidente Mattarella “abbiamo parlato a lungo del dramma dei profughi e dei migranti, che ha un impatto terribile sull’Europa e sull’Italia in particolare. Per gli Stati Uniti questo non è un problema solo europeo ma un problema globale che mette sotto pressione gli Stati Uniti e il rapporto transatlantico”, ha aggiunto. 

Secondo il presidente Usa “serve una collaborazione tra la Nato e l’Europa per far fronte alla crisi umanitaria e per smantellare le reti di traffico di esseri umani”.

Preoccupazione per Brexit

Viva preoccupazione è stata espressa e condivisa da Stati Uniti ed Italia per la Brexit, ossia l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Washington vuole un’Unione Europea forte con a bordo la Gran Bretagna per risolvere le crisi del mondo e su questo punto c’è convergenza tra Roma e Washington sull’importanza della multilateralità.

 “Abbiamo discusso anche dei rapporti economici e commerciali, occorrono impegni per evitare che si presentino gravi crisi come in passato che destabilizzano i Paesi sviluppati e impediscono la prosperità di quelli in via di sviluppo”, ha spiegato Mattarella. 

Al colloquio hanno partecipato anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e il vicepresidente Usa Joe Biden. (Rai News 24 dell’8 febbraio 2016)

Inform

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform