direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 16 marzo la conferenza “The re-launching of Europe and the Rome treaties”

FARNESINA

Organizzata dal Maeci in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali nell’ambito delle Celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma

I lavori saranno aperti dal segretario generale della Farnesina Elisabetta Belloni e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Sandro Gozi

 

ROMA – Si svolgerà domani, giovedì 16 marzo, alle ore 9.30, alla Farnesina la conferenza intitolata “The re-launching of Europe and the Rome treaties”, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali (IAI).

L’apertura dell’iniziativa, inquadrata nell’ambito delle celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma, sarà affidata al segretario generale del Maeci, Elisabetta Belloni e al sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega agli Affari Europei, Sandro Gozi.

Seguirà l’inaugurazione della mostra “Ever closer union – un’Europa sempre più unita”, presentata da Vincenzo Grassi, segretario generale dell’Istituto Universitario Europeo, che ripercorre attraverso documenti, immagini e testimonianze degli Archivi storici dell’Ue l’intera storia dell’integrazione europea, dal Manifesto di Ventotene a oggi, in 14 pannelli raggruppati in quattro sezioni tematiche.

Si tratta di un allestimento itinerante e disponibile in 24 lingue, che, dopo l’Italia, interesserà un totale di 200 sedi in tutto il mondo, da Bruxelles a Helsinki, da Parigi a Lisbona, da Francoforte ad Algeri, da Shanghai a Kuala Lumpur. “EverCloser Union” nasce dalla collaborazione dell’Istituto Universitario Europeo, a cui si devono l’ideazione e i contenuti, con il Parlamento Europeo che ne assicura la traduzione, del Consiglio dell’Unione Europea che ne cura il sito web e il catalogo, della Commissione Europea che, insieme ai servizi archivistici delle altre istituzioni e all’Ansa, ne ha integrato i contributi iconografici e audiovisivi.

La conferenza proseguirà poi con la presentazione del primo volume della nuova serie di Documenti sulla politica estera italiana dedicata al tema del 60° anniversario dei Trattati di Roma e con interventi sul contributo che ciascun Paese firmatario può dare al rilancio del progetto europeo.

Nella sessione pomeridiana, dalle ore 14, si parlerà del rilancio dell’Unione vista dai principali attori internazionali, seguita da una tavola rotonda sul presente e futuro dei Trattati di Roma.

Interverranno, tra gli altri, Gianni Bonvicini dell’Istituto Affari Internazionali (IAI), Francesco Lefebvre dell’Università di Roma La Sapienza e Antonio Varsori dell’Università di Padova cui saranno affidate le conclusioni insieme a Ettore Greco, dell’Istituto Affari Internazionali.

Nel corso di questa stessa giornata sarà realizzata nella sede del Ministero una mostra storico-documentale intitolata “Il percorso dell’Europa: da Ventotene a Maastricht” in cui saranno esposti gli originali dei Trattati firmati il 25 marzo 1957 ed altri documenti dell’Ue, provenienti dagli archivi storici della Farnesina. La mostra si propone di ripercorrere, attraverso il materiale conservato nell’Archivio Storico Diplomatico, corredato da alcuni volumi della Biblioteca del Maeci, i passi salienti del cammino verso un’Europa unita, e inoltre di ricordare e omaggiare quegli statisti italiani e stranieri che hanno reso possibile questo cammino. L’esposizione sarà aperta al  pubblico il 31 marzo, nel consueto percorso di visita guidata della sede del Ministero “Aperti per voi” in collaborazione con il Touring Club italiano. Nella giornata del 31 marzo, inoltre, la versione in inglese della mostra sarà ospitata in Campidoglio nel corso di una simulazione sessione plenaria del Parlamento europeo che coinvolgerà 250 giovani, con la partecipazione delle istituzioni europee.

Dopo l’inaugurazione alla Farnesina e la doppia esposizione del 31 marzo, da aprile ad ottobre la staffetta italiana della mostra passerà nelle mani di quattro Università – Bologna, Siena, Messina e Verona – che collaborano con il Dipartimento per le Politiche Europee per coinvolgere i loro studenti e i visitatori nelle iniziative e nel dibattito in corso sull’attualità dei Trattati di Roma e sul futuro del progetto europeo. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform