direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 14 febbraio concerto del clarinettista Giampiero Sobrino e del pianista Vittorio Bresciani

MUSICA CLASSICA

“Dall’opera italiana all’impressionismo francese” all’Istituto Italiano di Cultura di Budapest

 

BUDAPEST (Ungheria) – “Dall’opera italiana all’impressionismo francese”: concerto di Giampiero Sobrino (clarinetto) e Vittorio Bresciani (pianoforte) all’Istituto Italiano di Cultura di Budapest. Nella Sala Giuseppe Verdi dell’IIC il 14 febbraio, dalle ore 19:00, saranno eseguite musiche di Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi/Franz Liszt, Maurice Ravel e Francis Poulence. L’ingresso al concerto , che è organizzato in collaborazione con la Studiomusica Hungary, è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione ( entro il 10 febbraio 2017 scrivere a iicbudapest@esteri.it )

Giampiero Sobrino. Il clarinettista piemontese ha partecipato a numerosi importanti competizioni internazionali a Genova, Roma, Colmar, Parigi. Vincitore del concorso di stato per l’insegnamento, si è dedicato per un decennio all’attività didattica in Italia e in altri paesi europei. A 20 anni è  Primo clarinetto solista nell’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino e nella Filarmonica della stessa città, successivamente nell’Orchestra della Fondazione Arena di Verona e nelle altre più importanti orchestre italiane ed europee. Ha collaborato con i più grandi direttori e compositori dei nostri tempi: Solti, Bernstein, Levine, Rostropovic, Maazel, Temirkanov, Muti, Mehta. Si è esibito come solista, nei più importanti Festivals Internazionali: Biennale di Venezia e Zagabria, Festival Mozart di Praga, Festival d’Automne di Parigi,  International Festival of the Arts di New York ecc. Applaudito nelle sale da concerto più famose del mondo (Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Musikverein di Vienna, Art Center di Seoul, Filarmonica di San Pietroburgo, Salle Pleyel e Teatro dell’Opera e di Parigi, Megaron di Atene ecc.). Segretario artistico e responsabile dei complessi artistici della Fondazione Arena di Verona, ne è dal 2010  il vice direttore artistico.

Vittorio Bresciani. Pianista e direttore d’orchestra, uno dei migliori specialisti lisztiani in Italia. Ha vinto il 2° premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Parma. Si è esibito al Teatro alla Scala di Milano, a Ravenna Festival, all’Arena di Verona, in tutta Europa (Kunstfest di Weimar, Concertgebouw di Amsterdam, Budapest Liszt Festival), negli Stati Uniti e Canada, in Russia, Ucraina, Cina e in vari teatri nazionali dell’America Latina. Dirige le orchestre piú prestigiose dell’Est europeo come la Moscow Symphony Orchestra, Kiev National Symphony Orchestra, St. Petersburg Radio & TV Symphony Orchestra, Sofia Philharmonic Orchestra, ecc., in programmi basati sul repertorio orchestrale romantico di Liszt, Wagner, Cajkowskij. I suoi recenti progetti hanno compreso anche il ciclo integrale dei Poemi sinfonici e dei Concerti di Liszt. Di recente pubblicazione, per l’etichetta Naxos, è la prima registrazione mondiale della “Dante-Symphonie” di Liszt, in collaborazione con il pianista Francesco Nicolisi e con il celebre Coro di Voci Bianche della Radio Ungherese di Budapest, e la “Faust-Symphonie”, sempre per Naxos. Le sue incisioni sono distribuite in Europa, Stati Uniti, Australia, Giappone e vari altri paesi asiatici.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform