direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il 12,1% della popolazione è straniero. Emilia-Romagna, la regione più multietnica

DOSSIER IDOS

 

BOLOGNA – Sono esattamente 536.747, pari al 12,1% della popolazione regionale, i cittadini stranieri residenti nel 2014 in Emilia-Romagna. Lo certificano i dati del dossier statistico sull’immigrazione diffuso dal Centro studi e ricerche Idos. Secondo l’indagine, il dato emiliano-romagnolo è sensibilmente più alto della percentuale di immigrati stranieri presenti a livello nazionale (circa l’8,2% della popolazione globale) e comunque maggiore rispetto a qualsiasi altra regione italiana.

Più della metà di questi stranieri sono donne (il 53,3%), mentre è alto il loro processo di stabilizzazione: ben 16.445 infatti sono gli stranieri o ex stranieri che nel 2014 hanno ottenuto la cittadinanza italiana. Analoga rilevazione per quanto riguarda la popolazione dell’infanzia che frequenta le nostre scuole: dal 2013 al 2014 la presenza di bambini è  aumentata dello 0,5%.

Questa percentuale di stranieri superiore alla media nazionale in regione vale per tutte le nostre province. Si va dall’8,5% di Ferrara, al 14,3% di Piacenza, (seconda in assoluto in Italia preceduta solo da Prato). La metà dei residenti in regione sono europei (50,1%), mentre il 26,9% sono africani, il 19% asiatici e il 3,9% americani.

La nazionalità più presente è quella romena (15,4%), seguita dalla marocchina (12,6%) e albanese (11,7%). Seguono nella classifica la comunità moldava (5,9%), quella ucraina (5,8%) e la cinese (5,2%).

I minori stranieri sono 122.196 (il 22,8% di tutti gli under 18). Nell’anno scolastico 2014/2015 gli alunni stranieri iscritti nelle nostre scuole sono stati 95.241 (pari al 15,5% degli iscritti, contro una media nazionale del 9,2%).

Le punte massime di frequentazione scolastica si registrano nelle province di Piacenza (20,9%), Modena e Parma (16,7%) e Reggio (16,3%). Il 57,8% di questi ragazzi sono nati in Italia. Anche nelle scuole materne l’86,3% dei bambini stranieri sono nati in Italia. Percentuale che scende al 77,2% per le elementari, al 48% per le medie e al 20,5% per le superiori.

Infine il mondo del lavoro. Le imprese con titolari stranieri sono 47.156: il che significa che poco meno di uno straniero su dieci (minori inclusi) in Emilia-Romagna è un lavoratore autonomo. Le rimesse economiche ammontano a 459,7 milioni all’anno, per lo più dirette verso l’Asia. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform