direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

IILA : visita in Brasile della Segretaria Generale Antonella Cavallari

ESTERI

(Fonte foto IILA)

ROMA – La Segretaria Generale dell’IILA Antonella Cavallari ha effettuato una visita istituzionale in Brasile. La visita è iniziata a Rio de Janeiro per la cerimonia di chiusura del corso “I Caschi Blu della Cultura. Il Patrimonio Culturale in caso di catastrofe: rischi e interventi di sicurezza”, realizzato dall’IILA con il finanziamento della DGCS-MAECI, in collaborazione con il Ministero della Cultura italiano, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e, da parte brasiliana, con il Ministério das Relações Exteriores, Ministerio da Cultura, Centro Lucio Costa, IPHAN – Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional, SBM – Sistema Brasileiro de Museus, IBRAM – Instituto Brasileiro de Museus, Instituto Guimarães Rosa, Policia Federal e INTERPOL Brasil.

Insieme alla Segretaria Cavallari sono intervenuti il Gen. Francesco Gargaro, Comandante Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e l’ingegnere Paolo Iannelli in rappresentanza del MIC – Caschi Blu della Cultura. Da parte brasiliana sono intervenuti rappresentanti dell’IPHAN (Instituto Patrimonio Histórico Artistico Nacional), dell’Instituto Guimarães Rosa, dell’IBRAM (Instituto Brasileiro de Museos), della Polizia Federale e di Interpol Brasil oltre alla Direttrice del Centro Cultural do Patrimônio Paço Imperial, che ha ospitato l’evento, e alla Direttrice del Centro Lucio Costa. Durante la consegna dei diplomi, Cavallari, dopo aver ringraziato tutte le istituzioni partner che hanno reso possibile la riuscita del corso, ha sottolineato che l’obiettivo principale dell’IILA è proprio quello di stimolare la reciproca conoscenza e integrazione fra i propri paesi membri. Nel caso specifico di questo corso, ha aggiunto, “crediamo fortemente che sia necessario rafforzare la cooperazione in campo culturale per salvaguardare la ricchezza e la fragilità dell’immenso patrimonio culturale di questa Regione”.

Il corso, che fa seguito a quello realizzato a Città del Messico nel giugno 2023 che aveva coinvolto esperti di Bolivia, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Messico, Perù, Repubblica Dominicana, quest’anno ha avuto l’obiettivo di promuovere la condivisione di esperienze e buone pratiche per la possibile creazione di Caschi Blu della Cultura in Brasile, Colombia, Cile e Paraguay. L’iniziativa è stata articolata in sessioni teoriche ed esercitazioni pratiche, tenute da esperti italiani afferenti al Ministero della Cultura e al Comando Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale. Ai lavori, aperti lo scorso 24 giugno, hanno partecipato 55 funzionari pubblici latinoamericani, provenienti da forze di polizia, forze armate, protezione civile e pompieri, Ministeri della Cultura, oltre a restauratori e conservatori del patrimonio: una vera e propria task force italo-latinoamericana per la protezione del patrimonio culturale che, unitamente ai partecipanti al precedente corso di Città del Messico, sta consentendo a IILA di costruire una importante ed efficace network di esperti in diretto contatto fra loro. A breve sarà lanciata una piattaforma on line dedicata al patrimonio culturale per condividere tra Italia e America Latina in maniera continuativa esperienze e soluzioni efficaci alle sfide poste alla conservazione del patrimonio di ciascuno.

È proseguita a Brasilia la visita della Segretaria Generale Cavallari, dopo aver partecipato a Rio de Janeiro alla cerimonia di chiusura del corso IILA-DGCS/MAECI “I Caschi Blu della Cultura. Il Patrimonio Culturale in caso di catastrofe: rischi e interventi di sicurezza”. Primo degli incontri nella capitale quello con il Direttore dell’Agenzia di Cooperazione, Amb. Ruy Carlos Pereira, che ha consentito di approfondire la conoscenza dei progetti IILA in corso nel paese e degli attuali settori  prioritari per il Governo brasiliano in cui la collaborazione con l’Organizzazione risulterebbe particolarmente utile. È stato evidenziato come la cooperazione IILA-Brasile si sia rafforzata negli ultimi anni realizzando oltre alle più tradizionali attività di tipo culturale, interventi più innovativi nel campo della telemedicina (un progetto pilota di cooperazione triangolare realizzato l’anno scorso con Panama e Argentina), ma anche a sostegno della transizione ecologica: particolarmente significativo il successo dall’esecuzione del programma europeo AL-INVEST Verde al progetto di trattamento delle acque reflue a Mariana. La ricchezza e diversificazione delle esperienze di IILA e della Cooperazione brasiliana potrebbero dar vita, nelle intenzioni delle due parti, ad una possibile collaborazione a vantaggio di alcuni paesi lusofoni dell’Africa, una interessante ipotesi di lavoro emersa dal costruttivo colloquio.

Altro settore in cui la cooperazione tra l’IILA e il Brasile sta conoscendo un significativo potenziamento è quello della giustizia e sicurezza, argomento discusso da Segretaria Generale Cavallari con il Segretario Esecutivo del Ministero della Giustizia Manoel Carlos de Almeida Neto, con il Direttore Generale Polizia Federale Andrei Augusto Passos Rodrigues, e con la Coordinatrice delle Relazioni Internazionali Juliana Amorim Zacariotto. Particolarmente apprezzati dai rappresentanti del Ministero di Giustizia i risultati del programma europeo EUROFRONT, di cui IILA gestisce la componente dedicata all’armonizzazione dei quadri normativi e le attività di diplomazia giuridica necessarie per garantire una solida ed efficace cooperazione giudiziaria e di polizia. La Segretaria Generale ha ringraziato gli interlocutori per il coinvolgimento attivo nei meccanismi di integrazione regionale e in particolare nei gruppi tecnici che si occupano di questioni relative alla gestione integrata delle frontiere, assicurando la piena disponibilità di IILA a recepire suggerimenti e proposte per arricchire ulteriormente le iniziative in corso anche nell’ambito degli altri programmi UE, in particolare EL PACCTO, e bilaterali come il Programma Falcone-Borsellino.

Il consolidamento dei rapporti con il Brasile passa anche attraverso i programmi di cooperazione tecnico-scientifica e in ambito spaziale, motivo per cui la Segretaria Cavallari a Brasilia ha visitato il Centro de Operações Espaciais COPE, importante struttura per il tracciamento dei satelliti brasiliani, e, accompagnata dal responsabile dell’azienda Francesco Moliterni, la sede di Leonardo, un partner fondamentale per IILA nella realizzazione dei progetti di cooperazione spaziale in corso con alcuni paesi della regione e per la formazione in materia di cyber security e applicazioni in campo civile. A conclusione della permanenza a Brasilia la Segretaria Cavallari ha incontrato al Ministero degli Esteri la Direttrice Generale per l’Europa, Ambasciatrice María Luisa Escorel con la quale ha discusso del ruolo di IILA nella regione e nel contesto dei rapporti con l’Italia,  concordando di facilitare il flusso di informazioni al fine di valorizzare al massimo le iniziative realizzate o programmate nel paese.

Si conclude nello Stato di Minas Gerais la visita in Brasile della Segretario Generale dell’IILA, Antonella Cavallari, che ha assistito – insieme al Sindaco di Mariana, Celso Cota Neto a ad altre autorità locali –  alla cerimonia di chiusura del progetto di trattamento delle acque reflue nella località di Cachoeira do Brumado, nel Municipio di Mariana, realizzato da IILA nel quadro del Progetto  “Economia Circolare e Città Verdi” finanziato dal MAECI-DGCS. Sono stati impiantati 53 biodigestori in grado di depurare le acque reflue di altrettante famiglie appartenenti alla collettività di Cafundao che, a seguito del crollo della diga a monte, erano prive di un sistema di trattamento con conseguente inquinamento del fiume dove si riversavano e chiusura della cascata attigua al paese, che finalmente in ottobre potrà essere riaperta e utilizzata dai residenti anche a scopo turistico. L’impianto realizzato dalla BIOETE è molto semplice, di costo contenuto e facile manutenzione, pertanto può costituire una utile proposta anche per altri contesti sia in Brasile che negli altri paesi della Regione.

“Attraverso interventi di questo tipo – ha ricordato nel suo intervento Segretaria Generale Cavallari – l’IILA rafforza il proprio impegno per favorire la transizione verde nei nostri Paesi membri. In questo caso, l’iniziativa consentirà all’area di diventare un punto di riferimento non solo per il Comune di Mariana, ma anche per altre realtà, contribuendo a promuovere un modello di sviluppo della comunità locale rispettoso dell’ambiente”.

A Belo Horizonte la Segretaria Tecnico-Scientifica Tatiana Ribeiro Viana, che accompagnava la Segretario Generale Cavallari, ha colto l’occasione per realizzare una riunione tecnica sui risultati ottenuti dal programma europeo AL-INVEST Verde, di cui IILA gestisce la componente di supporto ai governi latinoamericani nella formulazione e applicazione di politiche per il rafforzamento di imprese con elevati standard ambientali e lavorativi. Proprio in Minas Gerais infatti AL-INVEST ha realizzato una piattaforma di tracciabilità socio-ambientale denominata  Selo Verde per monitorare l’adeguamento delle imprese produttrici al Regolamento dell’Unione Europea sulle Filiere Libere da Deforestazione (EUDR), un tema di particolare rilievo nel quadro delle relazioni tra Unione Europea e America Latina. La piattaforma di tracciabilità permette di riunire le informazioni necessarie per la compliance dell’EUDR su molti prodotti (come caffè, soia, carne bovina e legno) che vengono esportati in quantitativi elevati verso l’Europa e si sta lavorando per replicarla in altri Stati brasiliani, in particolare Espiritu Santo e Acre. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform