direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

I Venerdì della cultura – “Niente sarà più come prima. Giovani e società al tempo della pandemia”

FONDAZIONE CASSAMARCA

 

TREVISO – La dottoressa Paola Bignardi e don Stefano Didonè sono i relatori del prossimo appuntamento – il 28 maggio alle ore 18 – dei “Venerdì della cultura”. Tema dell’incontro sarà: “Niente sarà più come prima. Giovani e società al tempo della pandemia”.

Nel pieno rispetto delle disposizioni di contenimento del Covid, la conferenza sarà in diretta streaming, collegandosi alla pagina Facebook della Fondazione Cassamarca e sarà possibile poi rivederla sul canale YouTube di Fondazione Cassamarca accedendo direttamente dal sito: www.fondazionecassamarca.it.

Il progetto è sostenuto dalla società Carlo Alberto Srl.

^^^^^^

Abstract

La prima pandemia globale rappresenta un punto di svolta con il quale la società e la cultura si devono confrontare. Al di là degli armi lanciati da pedagogisti, sociologi, psicologi, neuropsichiatri infantili, la drammatica esperienza del Covid-19 suscita in particolare degli interrogativi importanti nel futuro della cosiddetta “Generazione Z”, cioè i giovani nati tra il 1997 e il 2012. Il lockdown, la chiusura delle scuole, lo stop imposto alle attività sia sportive che ricreative in genere hanno generato, insieme alle conseguenze pesanti sul piano psicologico, delle domande sugli equilibri complessivi della società e dell’economia. Insieme al cambiamento climatico, la prova della pandemia ha reso le giovani generazioni maggiormente consapevoli della frattura generazionale in atto e responsabili nei confronti di un futuro che è più che mai nelle loro mani.

Paola Bignardi

Cremonese, ha studiato presso l’Università Cattolica del S. Cuore, dove ha conseguito la laurea in pedagogia. Dopo alcuni anni di insegnamento, si è impegnata professionalmente in ambito sociale, soprattutto quello del disagio minorile e femminile. È stata a lungo responsabile a Cremona della Casa Famiglia S. Omobono, che accoglie donne in difficoltà con i loro figli.

Impegnata nell’associazionismo laicale, è stata Presidente diocesana dell’Azione Cattolica a Cremona e poi Presidente nazionale della stessa associazione dal 1999 al 2005. Attualmente si dedica in particolare allo studio dell’atteggiamento dei giovani verso la religione e la spiritualità. È anche membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università Cattolica.

Collabora con numerose riviste. Tra i suoi scritti, Esiste ancora il laicato? Una riflessione a quarant’anni dal Concilio, AVE, 2006 (Premio Capri S. Michele 2007); Donne. Dieci storie di oggi, Editrice La Scuola, 2009; Dare senso all’educazione, AVE, 2011; Dio a modo mio. Giovani e fede in Italia (a cura, con Rita Bichi) Editrice Vita e Pensiero, 2015; Il futuro della fede. Nell’educazione dei giovani la Chiesa di domani, (a cura, con Rita Bichi), Editrice Vita e Pensiero, 2018.

 

Didonè Stefano è docente di Teologia fondamentale negli istituti teologici trevigiani e presso la Facoltà teologica del Triveneto. È direttore di Studia Patavina e collabora con l’Osservatorio Giovani. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform