direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

I Venerdì della cultura. Dante, la giustizia, le donne

FONDAZIONE CASSAMARCA

TREVISO –  Il 13 novembre 2020, ore 18, Francesco Bruni, Professore emerito di Storia della lingua italiana presso l’Università degli Studi di Venezia e Accademico dei Lincei, sarà l’ospite del prossimo appuntamento con i Venerdì della cultura.

Il tema della serata sarà: Dante, la giustizia, le donne.

Nel pieno rispetto delle disposizioni di contenimento del Covid, la conferenza sarà in diretta streaming, collegandosi alla pagina Facebook della Fondazione Cassamarca e sarà possibile poi rivederla sul canale YouTube di Fondazione Cassamarca accedendo direttamente dal sito: www.fondazionecassamarca.it.

Il progetto è sostenuto dalla società Carlo Alberto Srl.

Francesco Bruni è professore emerito di Storia della lingua italiana, Università di Venezia, Ca’ Foscari. È socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei e segretario della Classe di Lettere nell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.

Tra le sue pubblicazioni: Niccolò Tommaseo, Scintille, Guanda, 2oo8, con Egidio Ivetic, P. Mastandrea, L. Omacini; Italia. Vita e avventure di un’idea, Il Mulino, 2010; L’italiano fuori d’Italia, Cesati, 2013; Franco Palumbo, U rispir du vicinonz. Canzoniere materano, Edizioni della Cometa, 2015; Patria. Dinamiche di una parola, Marcianum Press, 2017.

Abstract – Il racconto della Divina Commedia porta con sé non soltanto la serie degli incontri nei tre regni dell’Inferno, del Purgatorio, del Paradiso, ma anche un progressivo ampliamento dei significati man mano che la lettura procede, tale da richiedere un ritorno indietro, almeno mentale, a integrazione dei significati già acquisiti.

Questo aspetto si coglie con evidenza con una galleria di figure femminili, che permette di toccare con mano l’integrazione ora accennata, e di mostrare che Dante non aveva bisogno del moderno femminismo per essere convinto della parità tra i sessi e, forse, della superiorità, almeno in alcuni casi, dell’ex-sesso debole. La galleria di personaggi si conclude con un omaggio dantesco al trevigiano, e con una domanda sulla lettura continuativa del poema e sul recupero di ciò che precede: una lettura (anche) a ritroso?  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform