direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

I “Relitti” di Stefano Benazzo al Museo della Navigazione di Flensburg

MOSTRE FOTOGRAFICHE
Dal 12 gennaio al 1° marzo

L’esposizione dell’artista, già ambasciatore a Minsk e a Sofia, è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con lo Schifffahrtsmuseum e il Consolato Generale d’Italia in Hannover

AMBURGO (Germania) – Approdano al Museo della Navigazione di Flensburg i “Relitti” di Stefano Benazzo, artista poliedrico e già ambasciatore d’Italia a Minsk e a Sofia. L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo riprende dopo le vacanze natalizie la propria attività culturale inaugurando il 12 gennaio al Schifffahrtsmuseum (Museo della navigazione) di Flensburg, alle ore 11.30, la mostra fotografica di Stefano Benazzo intitolata “Wracks – Wrecks – Relitti”. La mostra è organizzata dall’IIC in collaborazione con lo Schifffahrtsmuseum Flensburg e il Consolato Generale d’Italia in Hannover.
Al vernissage, oltre all’artista, saranno presenti la direttrice del Museo Susanne Griegull, il console generale d’Italia in Hannover Giorgio Taborri, la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo Nicoletta Di Blasi. L’introduzione alla mostra sarà a cura della dott.ssa Anna-Paloma Biernath dello Schifffahrtsmuseum di Flensburg. La mostra fotografica di Stefano Benazzo è il frutto di una lunga ricerca, durata sei anni e attraverso quattro continenti, su relitti di imbarcazioni spiaggiate. Nel fotografare il loro ultimo porto, l’artista vuole ricordare le vite di quegli uomini, dai più lontani ai più vicini, che hanno intrapreso la via del mare. Da qui il nome della sua ultima mostra al Museo Marittimo Rahmi M. Koç di Istanbul, “Duty of Memory”: “Fotografo i relitti affinché essi possano ottenere la loro ultima occasione di esprimersi, grazie a delle immagini che portano in sé la vita dei marinai e la loro memoria; così i loro sogni rimangono vivi e continuano a esistere. Prestando attenzione ai resti di navi, io cerco di farle rivivere, riportando in vita chi vi ha navigato”. Dal Museo Rahmi M. Koc, affacciato sul Mar di Marmara, al Museo della
Navigazione di Flensburg, sul Mar Baltico, il mare e il mondo nautico sono nodi centrali dell’esperienza umana e del percorso artistico di Benazzo. Come ripete egli stesso: “Navigare necesse est.” I suoi scatti rendono omaggio alla insopprimibile necessità di viaggiare per conoscere, per incontrarsi l’un l’altro e scambiarsi reciproca vita e, insieme, permettono al visitatore di entrare in un mondo diverso, immaginario ma reale. Il viaggio continua. Stefano Benazzo, classe 1949, oltre ad aver ricoperto la carica di ambasciatore d’Italia a Minsk e a Sofia, è un artista poliedrico: fotografo, scultore, modellista architettonico e navale, si dedica attualmente alla ricerca di relitti di imbarcazioni arenate in tutto il mondo. Ha curato diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero e finora ha pubblicato due libri: “Wrecks/Relitti” nel marzo 2017 dall’editore Skira, che gli è valso il premio speciale Marincovich 2018, e “Duty of Memory: Wrecks in Greece” nell’ agosto 2018. L’esposizione “Wracks – Wrecks – Relitti” rimarrà aperta fino al prossimo 1° marzo e potrà essere visitata nei seguenti orari: da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 17.00. Per i minori di 18 anni l’ingresso è libero. (Per ulteriori informazioni : schifffahrtsmuseum-flensburg.de).(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform