direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Humboldt-Alumni-Preis 2022 alla professoressa Miriam Ravetto dell’Università del Piemonte Orientale

RICERCATRICI ITALIANE

Il riconoscimento della Fondazione Alexander von Humboldt di Bonn è stato assegnato alla docente di  Lingua e traduzione tedesca per il progetto IGENI (Italy-Germany Networking Initiatives), che riguarda le nuove modalità di comunicazione e di fruizione delle opere d’arte soprattutto nei musei di piccole e medie dimensioni

 

VERCELLI – Humboldt-Alumni-Preis 2022 alla professoressa Miriam Ravetto dell’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”.  Il prestigioso riconoscimento Humboldt-Alumni-Preis 2022 für innovative Netzwerkinitiativen della Fondazione Alexander von Humboldt di Bonn è stato assegnato alla docente italiana – informa l’Ateneo – per il progetto IGENI (Italy-Germany Networking Initiatives) for Art Communication and Promotion, che riguarda le nuove modalità di comunicazione e di fruizione delle opere d’arte soprattutto nei musei di piccole e medie dimensioni. Il progetto prevede la creazione di una rete di collaborazioni tra il mondo accademico e la realtà extra-accademica nell’ambito della comunicazione e promozione museale in lingua straniera.

Miriam Ravetto insegna Lingua e traduzione tedesca presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università del Piemonte Orientale.  Il Premio, giunto alla quattordicesima edizione, mira a incentivare gli alumni dell’Università Humboldt (Miriam Ravetto è stata borsista di ricerca presso l’Institut für Deutsche Sprache di Mannheim in diverse occasioni tra il 2013 e il 2017) che si siano distinti all’estero per la promozione di idee di networking innovativo tra Germania e resto del mondo. Il modo in cui l’arte viene comunicata — si legge nelle motivazioni con cui la Fondazione Alexander von Humboldt accompagna il riconoscimento — è cambiato. I musei, e l’arte che vi è esposta, sono diventati entità multimodali al fine di rimanere accessibili al pubblico, soprattutto in seguito alla pandemia di Covid-19: si sono moltiplicate le risorse testuali, audio, linguistiche, spaziali e visive progettate per condividere e trasmettere le opere d’arte. Contemporaneamente, l’ambito digitale è diventato più importante, soprattutto nei piccoli musei, nelle gallerie d’arte e nelle mostre. Utilizzando le iniziative di rete Italia-Germania per la comunicazione e la promozione dell’arte [IGENI (Italy-Germany Networking Initiatives) for Art Communication and Promotion], Miriam Ravetto sta cercando di rendere disponibili, ai musei e ai loro visitatori, formati di comunicazione e piattaforme partecipative più efficaci. Questa rete favorisce la condivisione di conoscenze, informazioni e competenze e promuove la collaborazione tra università tedesche e italiane, musei, gallerie d’arte e mostre d’arte. Qui vengono raggruppati diversi tipi di competenze in aree come la comunicazione museale, la filologia e gli studi di traduzione, la digitalizzazione, i nuovi media e la formazione universitaria. Attingendo a queste risorse, i membri della rete sviluppano attività educative moderne, come video di narrazione in varie lingue, spazi virtuali interattivi e audioguide, che in particolare i musei di piccole e medie dimensioni possono mettere a disposizione delle persone interessate all’arte. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform