direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gli auguri ai connazionali di Fabio Porta, deputato eletto per il Pd nella ripartizione America meridionale e presidente del Comitato per gli italiani nel mondo e la promozione del Sistema Paese della Camera

ITALIANI ALL’ESTERO

Un messaggio di fine anno e un bilancio in vista della conclusione del suo secondo mandato di rappresentante in Parlamento degli italiani che vivono in America Meridionale

 

ROMA – Nella sua ultima Newsletter, Fabio Porta, deputato eletto per il Pd nella ripartizione America meridionale e presidente del Comitato per gli italiani nel mondo e la promozione del Sistema Paese della Camera dei Deputati, invia un messaggio ai connazionali in vista della fine dell’anno e del suo secondo mandato di rappresentante in Parlamento degli italiani che vivono in America Meridionale.

In apertura gli auguri di Buon Natale “per chi mi legge e per i vostri familiari: nella tradizione italiana il Natale è il momento della famiglia, della preghiera e della solidarietà. Questi valori hanno accompagnato gli italiani nel mondo e sono lieto di condividerli con ognuno di voi”.

“La fine della legislatura – scrive Porta – mi induce a rivolgervi un appello e a fare un primo breve bilancio del mio mandato. L’appello è, a pochi mesi dalle prossime elezioni, a verificare la propria iscrizione all’Aire (l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero) e ad aggiornare i propri dati anagrafici, soprattutto l’indirizzo, per essere sicuri di ricevere il plico con la scheda elettorale: il voto è il primo diritto-dovere di un cittadino in una democrazia e sono certo che i cittadini italiani che vivono all’estero sapranno onorare questa grande conquista democratica!”

“Mi avvio alla conclusione di questo secondo mandato – afferma l’esponente democratico – con la consapevolezza di avere realizzato buona parte del mio programma elettorale: per risolvere il grande problema dei servizi consolari abbiamo trovato le risorse necessarie e siamo anche riusciti ad approvare una legge che trasferirà ai consolati diversi milioni di euro destinati a tale scopo; siamo anche vicini alla firma della convenzione tra i Patronati e il Ministero degli Esteri per migliorare i servizi ai nostri connazionali; come mi è stato riconosciuto da Assocamerestero (l’associazione delle Camere di Commercio italiane nel mondo) ho contribuito attraverso il Comitato italiani nel mondo a recuperare, dopo 7 anni, i livelli di finanziamento per il sistema camerale nel mondo portandolo ad una quota importante e significativa; grazie alla riforma della scuola abbiamo ridefinito il quadro normativo per l’insegnamento e la promozione della lingua italiana all’estero e ripreso a investire con significative risorse in questo campo; sono infine stato presente a attuante con riferimento a tutti i problemi specifici delle nostre collettività e voglio qui ricordare il mio grande e positivo impegno a favore dei nostri connazionali in Venezuela”.

“Sono solo alcuni esempi. Mi pareva giusto indicarli in questo messaggio di fine anno. Se non sono riuscito in tutto ciò che mi ero impegnato a realizzare sono certo di averci provato con tutte le mie forze e con il sostegno del Partito Democratico, l’unica grande forza politica italiana in grado di realizzare cambiamenti utili all’Italia e agli italiani nel mondo, come la storia degli ultimi dieci anni ci ha insegnato. Essere uno dei parlamentari più presenti e, soprattutto, produttivi – aggiunge Porta – mi consente di affermare tutto ciò a testa alta e guardando negli occhi i tanti italiani del Sudamerica che, in questi anni, mi hanno tantissime volte incontrato nei loro numerosissimi e partecipati momenti di incontro e fraternizzazione. Un impegno che deve continuare, che possiamo continuare insieme, se avremo l’umiltà e la determinazione per affrontare le nuove sfide che ci attendono.

“È questo – conclude l’esponente democratico – il mio migliore augurio per il 2018 che inizia: un anno di impegno e di lavoro, ma anche di successi e realizzazioni per tutti noi. Buon inizio!”.

In evidenza nella Newsletter anche il ritiro dell’emendamento presentato nel corso le votazioni sulle legge di Bilancio che chiedeva una limitazione alla trasmissione ‘ius sanguinis’ della cittadinanza e un aumento dell’attuale contributo consolare per le domande di cittadinanza. “Il Partito democratico e il Governo hanno ascoltato la mia voce e quella di milioni di italiani nel mondo – scrive Porta – confermando di essere sensibili e attenti alle aspettative e alle richieste di un mondo che noi consideriamo un vero e proprio patrimonio, da valorizzare e sostenere”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform