direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Giornata della Memoria, le iniziative del Consiglio regionale della Lombardia

EVENTI

MILANO – Anche quest’anno il Consiglio regionale della Lombardia partecipa alle celebrazioni della Giornata della memoria per commemorare le vittime dell’Olocausto con numerose iniziative, che culmineranno con l’intervento di Liliana Segre, l’11 febbraio, nell’Aula di Palazzo Pirelli.

Mostra allo spazio eventi, martedì 21 gennaio –  Nello Spazio eventi di Palazzo Pirelli ieri è stata inaugurata la mostra promossa dal Consiglio regionale in collaborazione con il Museo della Brigata Ebraica e l’Associazione Figli della Shoah, che, per rafforzare il significato della giornata, hanno proposto un’unica esposizione. A ripercorrere le tappe che portarono gli ebrei italiani prima alla discriminazione ed esclusione e poi alla persecuzione e deportazione saranno manifesti, quotidiani, fotografie, francobolli, lettere e cartoline postali appartenenti al collezionista milanese Gianfranco Moscati ed esposti nella mostra “Gli ebrei sotto il Regno sabaudo” a cura dell’Associazione Figli della Shoah. “La Brigata Ebraica nella guerra di liberazione dell’Italia” curata dal Museo della Brigata Ebraica propone manifesti, divise e oggettistica originali che raccontano la nascita e la storia degli oltre 5000 ebrei provenienti da tutto il mondo, che combatterono uniti sul fronte italiano sotto il vessillo a 5 punte. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 14 febbraio con ingresso libero lunedì-giovedì 9.30/13 e 14.15/17 il venerdì 9.30/12.30.

Musica e reading, domenica 26 gennaio – Al Belvedere Jannacci sono in programma due concerti con unico filo conduttore: la musica Klezmer, il genere musicale tradizionale delle comunità ebraiche dell’Europa orientale e diffuso in tutto il mondo a seguito delle migrazioni dei gruppi originari, soprattutto durante la Seconda guerra mondiale per sfuggire alle persecuzioni razziali. Si inizia alle 15.30 con “Terrazzo musicale” e gli “Archeoensemble” che si esibiranno combinando l’esecuzione di brani musicali, dal Klezmer a composizioni tratte da film, con letture  e riflessioni sul passato con uno sguardo all’uomo contemporaneo. (Ingresso libero  partire dalle 15). Alle 18.15 i “Boz Trio+”  leggeranno frasi di Liliana Segre tratte dai suoi libri  per riflettere sul pregiudizio nell’epoca digitalizzata. L’abbinamento tra letture e brani musicali segue un percorso emotivo per raccontare la vita nello shtetl, ovvero la cittadina ebraica est-europea, e dei personaggi che l’animavano. (Entrata su prenotazione sul www.consiglio.regione.lombardia.it).

Deposizione delle corone, lunedì 27 gennaio – Il Consiglio regionale partecipa alla giornata organizzata dal Comitato Permanente Antifascista, Comunità Ebraica di Milano, Fondazione Memoriale della Shoah, Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (Cdec) e Comune di Milano. Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi parteciperà alla cerimonia di deposizione delle corone alle 9.30 presso l’ex Albergo Regina in via Silvio Pellico, 7 con ANPI, ANED e con la Comunità ebraica. Sempre il 27 gennaio, a Palazzo Pirelli, verranno esposte le bandiere a mezz’asta.

La Sen. Segre in Consiglio, martedì 11 febbraio – Alle 12 la senatrice a vita e sopravvissuta all’Olocausto Liliana Segre interverrà nell’Aula del Consiglio regionale.“Ci fa piacere che abbia accettato il nostro invito: riuscire a trasmettere in presa diretta la sua testimonianza è un onore per il Consiglio. Al netto della sua rilevanza mediatica, quella della senatrice Segre sarà una testimonianza vera, quindi che abbia accettato l’invito ci fa piacere” ha commentato il Presidente dell’Assemblea lombarda Alessandro Fermi. Dopo l’intervento in Consiglio, Segre visiterà la mostra  allestita allo Spazio Eventi. (Benedetta Caruso/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform