direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Germania, quasi cinquecento imprese al webinar Maeci/ICE

MADE IN ITALY

Ambasciatore Mattiolo: adattare la strategia di export delle nostre imprese alle nuove esigenze del mercato tedesco, che è altamente digitalizzato

ROMA – Sono 486 le aziende che lo scorso 4 maggio hanno partecipato al webinar “Mercati in Diretta, focus Germania”, ottavo appuntamento del ciclo organizzato da MAECI e Agenzia ICE per avvicinare le imprese italiane ai mercati prioritari per il nostro Paese.

L’evento, inaugurato dal Sottosegretario Manlio di Stefano, ha messo in contatto diretto le aziende italiane interessate con l’Agenzia ICE e l’Ambasciata d’Italia a Berlino, illustrando le opportunità di rilancio per le nostre imprese nel mercato tedesco dopo l’emergenza legata al Coronavirus.

La Germania costituisce il primo partner commerciale per l’Italia, con oltre 127 miliardi di interscambio. Il mercato tedesco da solo vale per il nostro Paese 60 miliardi di esportazioni, il 12% dell’export totale. Germania e Italia sono caratterizzate da una complementarietà strategica in tutti i settori, per cui vendere in Germania significa in primo luogo partecipare alle catene globali di fornitura e alle piattaforme logistiche che collegano l’Europa al mondo. Purtroppo, la crisi COVID-19 ha colpito più duramente proprio le regioni a maggior densità industriale e a cui è riconducibile il 70% del nostro interscambio manifatturiero.

L’Ambasciatore d’Italia a Berlino, Luigi Mattiolo, ha descritto l’impatto del Covid-19 sull’economia tedesca e la risposta economica della Germania, la più ampia d’Europa (1.273 miliardi, pari al 38% del PIL). Per permettere alle nostre aziende di rientrare a tutti gli effetti nel mercato tedesco, ha aggiunto l’Ambasciatore, “sono necessari adeguati strumenti finanziari, come quelli messi a disposizione da SACE e CDP, così come i programmi speciali di KfW (Kreditanstalt für Wiederaufbau, la Cassa Depositi e Prestiti tedesca)” e “interventi promozionali straordinari, per adattare la strategia di export delle nostre imprese alle nuove esigenze del mercato tedesco, che è altamente digitalizzato”.

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le misure messe in campo da ICE per far fronte all’emergenza e il nuovo catalogo servizi dell’Agenzia, che – tra le altre cose – tutela le imprese italiane in un settore che è stato particolarmente colpito dalla crisi in Germania come quello fieristico. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform