direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Germania, commemorazione nel cimitero militare italiano d’onore di Amburgo:  ricordati da Giuseppe Scigliano (Cgie) i 5.849 connazionali  che persero la vita nello Schleswig-Holstein, nella Bassa Sassonia, ad Amburgo, a Brema e nella Westfalia

MEMORIA

 

HANNOVER – In occasione del Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate italiane, domenica 6 novembre si è tenuta la cerimonia di commemorazione nel cimitero militare italiano d’onore di Amburgo (all’interno del complesso cimiteriale di Öjendorf).

Il consigliere del Cgie Giuseppe Scigliano ha ricordato nel suo intervento “i 5.849 connazionali  che persero la vita nello Schleswig-Holstein, nella Bassa Sassonia, ad Amburgo, a Brema e nella Westfalia e qui seppelliti”. “Mai avrei pensato che l’Europa sarebbe diventata nuovamente campo di battaglia” dopo  77 anni di pace, ha commentato con amarezza Scigliano, osservando come sempre più le vittime siano dei civili. “Con il conflitto della seconda guerra mondiale – ha  proseguito – pensavamo di aver toccato il fondo e dopo la lettura del libro di Primo Levi ci chiedevamo veramente “Se questo è un uomo”, ma c’eravamo sbagliati perché oltre alla cattiveria, l’uomo mette in mostra che gli interessi vengono imposti anche con il rischio di far saltare tutto il pianeta in aria. Una guerra senza esclusione di colpi tra Russia e Ucraina dove, fino a questo momento, si vedono le stesse brutture e la stessa violenza allora commesse. Una violenza inaudita che lascia perplessi. Mai più, si gridava in tutte le capitali europee ma era solo un sogno non realizzato. La lotta per le materie prime e l’energia, saranno sempre più frequenti questo è un dato di fatto ma essere inumano questa è una scelta che non tiene in considerazione il rispetto per la controparte”.

Scigliano ha fatto osservare come “la storia purtroppo spesso non generi più momenti di riflessione” e come “i programmi scolastici  impostati al presente  con lo sguardo rivolto al futuro” non tengano in considerazione il passato.

“Mi auguro che il buon senso prevalga sugli interessi economici che in un certo senso ci hanno resi schiavi del nostro consumismo e sordi davanti a chi ci chiede aiuto.  Così come già detto altre volte, queste vittime qui seppellite  dovrebbero essere ricordate e servire da monito per non farci commettere gli stessi errori e le stesse brutture del passato ma oggi ho la sensazione che non sarà così”. “A tutti voi che avete i vostri cari qui seppelliti va tutta la mia solidarietà ed il rispetto” ha aggiunto Scigliano che, come ogni anno, ha dedicato una sua poesia ai  caduti seppelliti nel cimitero militare italiano di Amburgo . Il consigliere Cgie ha concluso rivolgendo un pensiero al console generale Giorgio Taborri, scomparso di recente, “che tanto ha fatto per i familiari dei defunti e per il mantenimento del decoro di questo luogo della memoria”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform