direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni: Nuovo successo nel competitivo mercato degli Emirati Arabi

SISTEMA ITALIA

 

ROMA –“L’assegnazione della commessa, del valore di circa 1.7 miliardi di euro dalla Abu Dhabi Company for Onshore Oil Operation (ADCO) all’italiana MaireTecnimont è un traguardo di rilievo per l’eccellenza dell’industria italiana dell’oil and gas”. Lo ha detto il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni.

La commessa riguarda la terza fase di sviluppo del giacimento petrolifero onshore-offshore di Al-Dabbiya, situato a circa 30 km da Abu Dhabi, la cui produzione dovrebbe raggiungere, al completamento di tale fase, circa 220.000 barili/giorno.

La conclusione del contratto ‘Al Dabbyia’ era stato discussa dal presidente del Consiglio a Roma durante la visita del principe ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohammed Bin Zayed Al Nahyan e ripresa dal ministro Gentiloni in visita negli Emirati lo scorso 30 novembre.

“L’assegnazione dell’importante commessa alla MaireTecnimont è senz’altro frutto dell’alta qualificazione della nostra impresa, che da anni dedica particolare attenzione a questo mercato – ha evidenziato Gentiloni – e anche dell’azione dell’ambasciatore d’Italia ad Abu Dhabi Giorgio Starace che ha portato avanti a tutti i livelli un’accurata azione di valorizzazione e promozione dell’offerta italiana”. “Questo successo – ha aggiunto Gentiloni – è la conferma dell’ottimo stato delle relazioni bilaterali con gli EAU sul piano economico, strategico e culturale, come dimostra anche l’intesa per la prima scuola italiana nel Golfo, con insegnamento in lingua italiana, inglese ed araba”.

“La Farnesina continuerà – ha concluso il ministro Gentiloni – a fare in modo che il Sistema Italia sfrutti a pieno questa fase di crescita delle relazioni con gli Emirati, anche in seguito all’accordo tra Italia ed Etihad, in vista delle altre grandi commesse che vedono concorrere alcune tra le principali imprese italiane”.(Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform