direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni, in Afghanistan con la comunità internazionale contro la crescente minaccia del Daesh

POLITICA ESTERA

 

ROMA – L’impegno della comunità internazionale in Afghanistan dovrà’ indirizzarsi per ”chiudere gli ultimi capitoli di una storia lunga 12-13 anni, ma anche per far fronte ad una minaccia parzialmente nuova, in particolare la crescita del Daesh, e per gestire il fenomeno migratorio, visto che l’Afghanistan e’ diventato quest’anno il terzo Paese d’origine dei migranti”. Lo ha detto il ministro Paolo Gentiloni alle commissioni Esteri-Difesa di Camera e Senato.

Maggiore impegno Nato

Il ministro ha indicato come ”né facile, né rapida” la strada per la stabilizzazione dell’Afghanistan che richiede, pertanto, ”ulteriore impegno, non di combattimento” da parte della comunità internazionale. Gentiloni ha ricordato che lo stesso governo afghano ha chiesto il prolungamento della missione a comando Nato,”Resolute Support” che dal 1 gennaio 2015 ha sostituito la ”missione Isaf”. I Paesi partner della coalizione internazionale in Afghanistan, come Stati Uniti, Italia, Germania, Turchia – ha aggiunto il ministro – ”prenderanno le loro decisioni” sul rafforzamento del proprio impegno ”in diversi appuntamenti alla Nato, tra novembre e dicembre”.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform