direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni al Consiglio Affari Esteri Ue di Bruxelles sui flussi migratori

UNIONE EUROPEA

L’Unione europea deve avere una strategia dell’immigrazione. In Libia l’Italia farà la sua parte ed è in prima fila a sostegno del negoziato Onu

 

ROMA – Dalla discussione dei ministri degli Esteri dell’Unione europea a Bruxelles sulle tematiche migratorie emerge “un contesto nuovo” tra i 28 – ha detto il ministro Paolo Gentiloni a conclusione dei lavori del Consiglio. “Non c’è la percezione che il problema riguardi solo i paesi del sud europeo. I flussi migratori che arrivano dalla Libia, non si fermano in Italia ma arrivano in Europa” ha osservato Gentiloni, aggiungendo che “la dimensione del problema va dalla Sicilia alla Svezia, non riguarda solo alcuni membri dell’Unione”, per questo la Ue deve avere una strategia dell’immigrazione.

In Libia – ha sottolineato il ministro – “l’Italia farà la sua parte” e così come oggi è “in prima fila nel sostenere il negoziato per creare un governo di unità nazionale”, se esso nascerà “noi saremo in prima fila nel sostenerlo dal punto di vista del monitoraggio, del sostegno alla sicurezza, della cooperazione economica”. Gentiloni ha specificato che “sarà un lavoro multilaterale” con altri paesi occidentali, africani e arabi, nel quale “l’Italia avrà una parte importantissima perché ne va dell’interesse nazionale e della nostra sicurezza”. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform