direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Gentiloni: “Ai due marò le prime telefonate da ministro”

ITALIANI ALL’ESTERO

Oltre al caso dei due fucilieri il neotitolare della Farnesina ha anche tenuto un colloquio di tre ore con Federica Mogherini sui dossier più urgenti sulle crisi in Medio Oriente, sulla Libia e sulle tensioni Russia-Ucraina

 

ROMA  Le prime due telefonate del nuovo ministro degli Esteri sono state ai due marò. È stato lo stesso Paolo Gentiloni ad affermarlo, uscendo dalla Farnesina. “I primi due colloqui da ministro, sono stati con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone per rinnovargli la continuità dell’impegno. Per prima cosa ho voluto salutarli”, ha aggiunto. Il ministro Gentiloni ha anche confermato ai fucilieri che il loro caso “è in cima alla nostra agenda”.

Parole che hanno riacceso la speranza per i due militari accusati di omicidio in India. “L’insediamento del nuovo ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, è avvenuto nel giorno di Ognissanti, e speriamo che questo sia di buon auspicio per la risoluzione della vicenda” ha commentato Massimiliano Latorre, attraverso la sua compagna Paola Moschetti.

“Il ministro ha chiamato Massimiliano: è stata una telefonata di presentazione nel corso della quale Gentiloni ha ribadito che la risoluzione di questo caso è una priorità per il governo”. “E Max – ha proseguito Moschetti – ha rivolto al ministro i suoi auguri di buon lavoro”.

Latorre è rientrato in Italia con un permesso speciale di quattro mesi concesso dalla Corte suprema indiana per permettere al fuciliere di curarsi da un ictus sofferto a Nuova Delhi, in India, dove è trattenuto da oltre due anni con il commilitone Salvatore Girone. Entrambi sono accusati di aver ucciso due pescatori del posto scambiandoli per pirati.

Oltre ad affrontare il caso dei marò Il neotitolare della Farnesina ha anche avuto un colloquio con il predecessore Federica Mogherini. “È stato un passaggio di consegne non formale in cui ho rinnovato gli auguri a Federica Mogherini per il suo ruolo di Lady Pesc”, ha detto Gentiloni. Un colloquio “approfondito di circa 3 ore sui dossier più urgenti, in vista anche del prossimo Consiglio Esteri Ue del 17 novembre”, ha aggiunto spiegando che sono stati “affrontati i principali dossier, quelli che riguardano le crisi in Medio Oriente, soprattutto la Libia, e le tensioni Russia-Ucraina”. (da Rai News 24, 1.11.2014 /Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform