direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Galassia Ginzburg, all’IIC di Zurigo il 7 settembre un evento per celebrare il sessantennale di Lessico Famigliare

CULTURA

 

ZURIGO – Per celebrare il sessantennale della pubblicazione di “Lessico Famigliare” di Natalia Ginzburg, il regista Rosario Tedesco interpreterà il testo in dialogo con la storica delle emozioni Irene Salvo. L’incontro ha uno scopo duplice: Irene intervista Rosario per scoprire il suo laboratorio drammaturgico ed emozionale, mentre insieme esploreranno la struttura del romanzo nelle sue componenti narrative, storiche, e psicologiche. Lo spazio del dialogo sarà aperto e chiuso da una breve e semplice pratica di meditazione. L’evento è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo, sarà in lingua italiana e verrà moderato da Francesco Ziosi: si terrà il 7 settembre dalle ore 19 presso Kirchgemeindehaus Neumünster. Ingresso libero, posti limitati. L’iscrizione è obbligatoria per tutte le persone e si rimanda al sito ufficiale dell’IIC per le modalità d’iscrizione all’evento. Rosario Tedesco Attore e regista, si è formato alla scuola di Luca Ronconi. Ha collaborato tra gli altri con A. Latella. Per il cinema ha preso parte a importanti produzioni internazionali, recitando a fianco di Anthony Hopkins, Udo Kier, Michael York. Ha lavorato con compagnie multiculturali, con cui ha recitato nei più importanti teatri nazionali, dal Teatro Argentina di Roma, al Carignano di Torino e al Piccolo Teatro di Milano e in tournée per tutta l’Europa, da Kiev a Barcellona, da Hannover a Lione, recitando davanti a platee prestigiose come quella dell’Odéon di Parigi e del Festival di Salisburgo. Dal 2005 al 2011 è stato Gast Schauspieler in Germania. Per il 2017 e 2018 ha diretto con Matteo Caccia il “Festival Mosto, il succo delle storie”, primo festival di narrazione mirato all’intreccio di esperienze, tra teatro, giornalismo e reportage e promozione del territorio. Con il progetto “Doppio Sogno per Palermo. 5 quadri per la città”, da lui stesso ideato e diretto, ha sperimentato un’idea contemporanea di Stadtspiel (teatro di città), sul testo di Arthur Schnitzler, prodotto dal Goethe-Institut Palermo e interpretato da Pasquale Di Filippo. Ha tracciato un personale percorso di teatro civile con gli spettacoli che vedono come protagonista la storia del XX secolo e della responsabilità individuale nei confronti della guerra e della Shoah in particolare: “Il Vicario” di Rolf Hochhuth, “I Fisici”, di F. Dürrenmatt, e “Destinatario Sconosciuto” di K. Kressmann-Taylor, “In quelle tenebre -La verità è un intreccio di voci-” di Gitta Sereny; e con il suo progetto di camminate narrative sulle pietre d’inciampo delle città di Milano e Roma, per raccontare di vittime e carnefici del nazifascismo. Irene Salvo è Ricercatrice e Docente in Storia Greca presso l’Università di Verona. La sua ricerca si concentra sulla ritualità nella religione greca antica, la storia delle emozioni, la storia sociale delle donne e identità queer, e la psicologia cognitiva. È Editor-in-Chief del Journal of Cognitive Historiography. Ha lavorato tra il Regno Unito e la Germania, e più di recente è stata A.G. Leventis Fellow in Hellenic Studies all’Università di Exeter. Ha ideato e creato il progetto Mindful Classics, mirato a utilizzare i testi classici per migliorare il benessere e la salute mentale di studenti universitari tramite tecniche di pedagogia contemplativa. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform